statistiche sito

Collaborazione stabile tra Museo Carta e Royal Watercolour

Museo Carta e Royal Watercolour 2' di lettura 22/11/2010 -

"I rapporti avviati con la Royal Watercolour Society in occasione del Premio Internazionale “Marche d’Acqua” Fabriano Watercolour 2010 hanno portato all’avvio di una collaborazione stabile tra il Museo della Carta e della Filigrana ed il prestigioso sodalizio artistico inglese che presenta notevoli margini di sviluppo futuri".



Lo annuncia con giustificata soddisfazione l’Assessore al Turismo Giovanni Balducci appena rientrato dalla capitale inglese dove ha partecipato, su invito della Regione Marche, ad una evento di promozione turistica del territorio nell’ambito del World Travel Market 2010.

"In concomitanza con la presentazione della versione inglese della nostra nuova guida turistica presso l’Istituto Italiano di Cultura a Londra – ha aggiunto - ho avuto modo di incontrare David Paskett e Janet Treloar, rispettivamente presidente e vice presidente della RWS, per valutare insieme i possibili sviluppi del programma di “residenze artistiche” riservato agli artisti loro associati, appena avviato al Museo della Carta e della Filigrana.

Sono stato da loro invitato presso l’esclusivo Chelsea Arts Club, frequentato da artisti ed uomini di spettacolo di fama internazionale, dove Paskett e la Treloar hanno espresso grande soddisfazione per l’esperienza maturata da Cameron Galt, il primo dei loro associsti venuto a Fabriano nell’ambito del programma “RWS Artist in residence”.

Una soddisfazione – ha aggiunto l’assessore Balducci – che ho condiviso pienamente e che ci ha portato a parlare di nuovi spazi di collaborazione anche in termini di valorizzazione della carta a mano fabrianese nel loro paese e di sviluppo turistico. David Paskett ci ha fornito il contatto con un importante tour operator inglese che organizza “painting holidays” guidate da artisti della RWS, tra cui lo stesso David Paskett che il prossimo ottobre sarà impegnato con uno di questi gruppi in Toscana.

A suo avviso questi gruppi di artisti potrebbero essere ospitati anche a Fabriano dove farebbero esperienza con la carta a mano per acquerello prima di dedicarsi alla pittura ed alla scoperta del territorio. David Paskett, infatti, durante la sua visita in maggio, ha avuto modo di apprezzare le bellezze delle Marche tanto da rinunciare a spostarsi in Toscana, come aveva programmato, per restare più giorni qui da noi. Lui stesso ne parlerà al tour operator che ha come destinazione principale delle sue attività l’Italia e pacchetti che spaziano dalla fotografia alla scuola di cucina.

David – ha concluso con soddisfazione Balducci – ha anche accettato di fare parte della giuria per la prossima edizione della biennale di acquarello e di fare da tramite nei confronti di altre importantissime associazioni di acquarellesti, tra cui quella cinese e quella australiana, contribuendo a rendere più prestigioso e a dare una connotazione ancor più internazionale al premio fabrianese".








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-11-2010 alle 17:32 sul giornale del 23 novembre 2010 - 908 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, Comune di Fabriano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/eD2





logoEV
logoEV