statistiche sito

Cartiere Miliani: alcune strutture dirigenziali si stanno trasformando in soggetti politici

partito comunista dei lavoratori 1' di lettura 12/01/2011 -

L’ultima sortita politica del 2010, compiuta da un “dirigente-consulente” delle Miliani, attraverso un comunicato diffuso in tutti i reparti e gli uffici delle Cartiere, conferma il ruolo politico indirizzato al “modello Marchionne”.



Non si può nascondere l’incredibile analogia nei contenuti tra l’intollerabile comunicato del management delle Miliani e quelli di certe organizzazioni sindacali confederali delle cartiere. Il Partito Comunista dei Lavoratori denuncia la complicità tra certi dirigenti e la C.G.I.L. - C.I.S.L. (la U.I.L. si è dissociata!) che forse si sono tramutate in “cinghie di trasmissione” di certi dirigenti esterni delle Miliani.

Il risultato di questo rapporto, a dir poco “consociativo”, è un attacco ai diritti acquisiti dei lavoratori, visto che, oltre a lavorare durante quasi tutti i festivi, alcuni giovani precari a dicembre sono stati impiegati nel lavoro per ben 12 ore consecutive. Alla faccia dei diritti contrattuali e costituzionali, evocati nel comunicato del 23 dicembre da parte della Direzione delle Miliani! Non permettiamo che anche a Fabriano si diffonda il “metodo Marchionne”!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-01-2011 alle 10:23 sul giornale del 13 gennaio 2011 - 1151 letture

In questo articolo si parla di politica, Partito Comunista dei Lavoratori

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/geN





logoEV
logoEV


Cookie Policy