statistiche sito

Pcl: 'Vergognose le dichiarazioni del sindaco Sorci sulla crisi dell'Ardo'

PLC Partito Comunista dei Lavoratori 1' di lettura 03/02/2011 -

La drammatica crisi dell’Ardo e dell’intero distretto industriale fabrianese, registra, con le dichiarazioni del sindaco Sorci, un nuovo atto di trasformismo. Il primo cittadino tenta infatti di scaricare sugli altri le sue gravi responsabilità nell’imminente tracollo economico che si abbatterà contro migliaia di famiglie.



Non sappiamo davvero a chi si rivolgesse il Primo Cittadino quando il 29 gennaio scorso sosteneva sulla stampa “che esistono dei tifosi che sperano nella chiusura della principale industria fabrianese”. L’unica certezza che abbiamo riguarda il colpevole silenzio dell’intera classe politica fabrianese circa i progetti di risanamento dell’ardo che dovevano iniziare nel 2002-2003 (quando Sorci era già Sindaco di Fabriano) ma non sono mai neppure iniziati.

Perché, quindi, tutta questa ipocrisia da parte di chi, da sempre, è stato “un alfiere” dei poteri forti e che tacciava di catastrofismo quelle poche voci d’allarme che si levavano per denunciare la catastrofe sociale, che oggi puntualmente si appresta a divenire una tragica realtà. Per questo il Partito Comunista dei Lavoratori rinnova l’invito a tutte le opposizioni di sinistra, ai movimenti ed ai centri sociali presenti nel territorio fabrianese 1) ad uscire immediatamente dalla maggioranza che sostiene l’attuale giunta comunale 2) a costruire da subito un reale blocco di opposizione politica che, ponendo al centro al centro del proprio programma gli interessi dei lavoratori e delle loro famiglie, si ponga in alternativa ai due principali schieramenti di centrodestra e centrosinistra già dalle prossime elezioni comunali


   

da Partito Comunista dei Lavoratori




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-02-2011 alle 17:59 sul giornale del 04 febbraio 2011 - 991 letture

In questo articolo si parla di politica, fabriano, Partito Comunista dei Lavoratori, ardo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/g1s





logoEV
logoEV