Contributo una tantum per studenti universitari

economia 1' di lettura 18/02/2011 -

La Regione Marche, in linea con il protocollo d’intesa siglato dal Presidente della Regione con CGIL Marche, CISL Marche e UIL Marche, per la difesa del lavoro, la coesione sociale, il sostegno allo sviluppo, intende sostenere i figli di lavoratori che si trovano da almeno tre mesi in disoccupazione, in mobilità, in cassa integrazione straordinaria iscritti all’università.



La domanda di contributo deve essere presentata utilizzando la procedura di invio telematico e cartaceo. Il contributo pro-capite per il sostegno allo studio universitario agli aventi titolo è di 400 €.

Possono presentare domanda gli studenti universitari figli di lavoratori residenti nelle Marche, fiscalmente a carico dei genitori, con ISEE fino a 30.000,00 € (con riferimento alla dichiarazione dei redditi 2010 periodo di imposta 2009) ed iscritti nell’A.A. 2010/2011 a: Corsi di laurea di primo livello, corsi di laurea di secondo livello, corsi di laurea a ciclo unico/magistrale (sono inclusi i corsi di laurea del vecchio ordinamento attivati prima del DM 509/99) presso Università e AFAM delle Marche o presso Università e AFAM di altre Regioni (vedi art. 4 del Piano sul diritto agli studi universitari - Delibera Amministrativa del Consiglio Regionale n. 1 del 08/06/2010). Sono esclusi i corsi di terzo livello.

Le domande saranno finanziate sulla base della graduatoria.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-02-2011 alle 15:43 sul giornale del 19 febbraio 2011 - 850 letture

In questo articolo si parla di economia, fabriano, Comune di Fabriano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/hy3