Prestito d'Onore, Secchi: '390 imprese approvate'

2' di lettura 04/07/2011 -

Presso l'Oratorio della Carità, alla presenza di un interessato e partecipe pubblico, si è svolto il secondo ed ultimo incontro incentrato sul Prestito d'Onore nell'ambito del progetto che riguarda l'informazione e la comunicazione sulle politiche dell'Unione Europea promosso dal Comune di Fabriano in partenariato con il Comune di Ascoli Piceno e cofinanziato dalla Regione Marche POR FESR FSE 2007-2013.



Grazie alla collaborazione delle associazioni di categoria di Fabriano, Confcommercio, CNA e Confartigianato, si è fornita un'occasione per tutti i potenziali imprenditori di conoscere i dettagli del progetto dalla viva voce dei partner: Regione Marche, Banca Marche, Sida e Camera Work.

Il Prestito d'Onore regionale, giunto alla sua seconda edizione, prevede l'avvio di 400 nuove aziende per 10 milioni di euro complessivi di stanziamento. C'è tempo fino al 31 dicembre 2011 per partecipare al bando anche se, con grande soddisfazione, Antonio Secchi, il responsabile del procedimento, ha annunciato che ad oggi sono 390 le domande approvate a finanziamento a fronte di 519 progetti presentati.

Sono intervenuti all'evento, per fornire i dettagli e rispondere alle numerose domande del pubblico presente, oltre ad Antonio Secchi della P.F. Servizi per l'Impiego, Mercato del Lavoro, Crisi Occupazionali e Produttive della Regione Marche, Donato D' Angelo, Capo Zona di Jesi di Banca Marche che erogherà il Prestito d'Onore, Cristina Panara della Sida, responsabile del tutoraggio e Serena Cappannini di Camera Work, responsabile delle attività di comunicazione, nonché moderatrice dell'incontro.

A fare gli onori di casa, Roberto Sorci, il primo cittadino di Fabriano e Mario Paglialunga, Assessore all'Ambiente e Partecipazione. Antonio Secchi ha rimarcato come la realtà fabrianese, seppur fortemente scossa dall'attuale crisi, ha saputo resistere grazie alla versatilità e alla vivacità imprenditoriale che l'hanno da sempre contraddistinta.

Ha inoltre annunciato che la Regione Marche e Banca Marche hanno la più viva intenzione di dare seguito al Prestito d'onore Regionale, alla luce dei lusinghieri risultati raggiunti. Questo per far si che la possibilità per chi intende ottenere un prestito sull'onore non si esaurisca al raggiungimento delle 400 domande finanziate con l'attuale bando, traguardo oramai prossimo.

Al termine dell'incontro è stato mostrato il video promozionale dell'iniziativa Prestito d'Onore regionale dal titolo: "Sulle tracce di Aristide Merloni". Infatti nel 1930 Aristide Merloni avviò la sua prima azienda di bascule ad Albacina (AN) da cui prese il via l'impero Merloni, grazie ad un prestito ottenuto sulla fiducia.

Info su www.prestitodonore.marche.it








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-07-2011 alle 18:25 sul giornale del 05 luglio 2011 - 923 letture

In questo articolo si parla di economia, fabriano, Comune di Fabriano, prestito d'onore regionale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/mVI