statistiche sito

Il Pcl risponde alle dichiarazioni del Sindaco riguardanti la crisi dell’Ardo

Partito Comunista dei Lavoratori 1' di lettura 16/07/2011 -

Le ultime dichiarazioni rilasciate alla stampa dal primo cittadino Sorci, che reclamano “maggiore visibilità per la situazione dell’Ardo nei confronti dei cantieri navali di Ancona” rivelano un subdolo tentativo di alimentare una “guerra tra poveri” tra i lavoratori fabrianesi e quelli anconetani, ai quali, senza alcuna distinzione, il PCL rivolge la più fraterna solidarietà.



Non conosciamo le oscure ragioni per cui, solo oggi, il Sindaco Sorci rivendichi maggiore attenzione per la grave crisi occupazionale che colpisce il distretto industriale di Fabriano. Di certo, però, Sorci e tutta la burocrazia politica cittadina non si sono impegnati abbastanza negli anni passati, quando ancora esistevano le condizioni economiche e di mercato per risanare l’Ardo ed il suo indotto, sollecitando i progetti di riconversione industriale con i quali si sarebbe resa tale industria competitiva nei mercati internazionali.

Queste dichiarazioni, arrivate dopo lunghi anni di silenzio e complicità nei confronti dei poteri forti locali fanno danno il via alla campagna elettorale per le comunali del 2012. Tutto ciò, ovviamente, sulla pelle dei lavoratori dell’Ardo e dei cantieri navali di Ancona.


   

da Partito Comunista dei Lavoratori




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-07-2011 alle 15:43 sul giornale del 18 luglio 2011 - 851 letture

In questo articolo si parla di politica, Partito Comunista dei Lavoratori

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/nrI