statistiche sito

Torna 'Cinema al Cinema'

cinema 2' di lettura 11/10/2011 -

Mercoledì 12 ottobre nella sala del Cinema "Montini" prenderà il via, dopo la pausa estiva, la 34° nuova edizione di "Cinema al cinema" per la stagione cinematografica 2011/2012.
 



Le proiezioni, come sempre, avranno luogo sia il mercoledì sera alle ore 21.30 e giovedì pomeriggio alle ore 18.30. ”Cinema al Cinema” è organizzata e promossa dalla Società Cinema Riuniti Fabriano, il cui esercizio è iscritto alla F.I.C.E. - Federazione Italiana Cinema d'Essai nonché aderente all'inizativa nazionale "SCHERMI DI QUALITA'".

Anche il costo del biglietto d'ingresso è rimasto invariato: € 5,00 il mercoledì sera e € 4,00 il giovedì pomeriggio (particolarmente dedicato a studenti e over 60) Il programma del 1° ciclo di proiezioni prevede un'ampia retrospettiva veneziana (68^ Mostra d'Arte Internazionale d'Arte Cinematografica 2011 ), la riproposta a pochi giorni dall'anteprima nazionale del nuovo film di P.Almodòvar "La pelle che abito" e infine una serie di titoli tutti di estremo interesse su argomenti di viva ttualità.

MERCOLEDI’ 12 / GIOVEDI’ 13 OTTOBRE 2011

L’ULTIMO TERRESTRE

Regia: GIAN ALFONSO PACINOTTI (GIPI) Int.: G. SPINELLI – A. BELLATO – R. HERLITZKA – T. CELIO

Prod.: ITALIA 2011 (100 min) IN CONCORSO - 68^ MOSTRA INTERNAZIONALE D’ARTE CINEMATOGRAFICA VENEZIA 2011

Arrivano i marziani e nessuno se li fila! Sono grigi, piccoletti, buonissimi. Ma in Italia abbiamo ben altro da fare. La radio trasmette commenti deliranti, qualcuno ne fa un business, altri temono che rovinino il calciomercato, oppure scoprono le loro doti domestiche. L’unico a intuire Il senso di questa calata provvidenziale è un ometto onesto, cocciuto, diffidente, solo come un cane, segretamente innamorato della propria vicina di casa, perso tra un lavoro frustrante e mostruosi showroom di mobili dove cerca amori a pagamento. Imperfetto ma originalissimo, grottesco, simbolico, visionario, e pieno di idee, “L’ULTIMO TERRESTRE” è l’esordio attesissimo e applauditissimo a Venezia del noto fumettista Gian Alfonso Pacinotti, in arte Gipi, che lascia davvero il segno nelle immagini dense e bizzarre, mentre stenta un po’ quando insegue la storia antica della metafora del bene e del male. Ma segue, come pochi, sogni e sentimenti segreti del nostro non rassegnato Paese.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-10-2011 alle 17:18 sul giornale del 12 ottobre 2011 - 797 letture

In questo articolo si parla di cinema, attualità, fabriano, Comune di Fabriano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/qih





logoEV
logoEV