Chiusura del Tribunale: gli avvocati fanno fronte compatto

Geografia giudiziaria 1' di lettura 17/03/2012 - Gli avvocati fanno fronte comune per difendere la sede distaccata. A loro avviso la chiusura sarebbe una scelta illogica che ridurrebbe le spese del ministero ma farebbe aumentare quelle dei cittadini.

Il destino del Tribunale di Fabriano sembra ormai segnato. Giorni addietro il Consiglio Provinciale dell'Ordine degli avvocati si era riunito proprio a Fabriano, una delle quattro sedi a rischio chiusura della Provincia, sostenendo che chiudere le sedi distaccate del tribunale per accorpare tutto nella sede centrale di Ancona significherebbe allontanare la giustizia dal cittadino e limitare i suoi diritti, constringendolo a fare 75 chilometri anche solo per chiedere un certificato penale.

Oltretutto quella di Fabriano è una sede che funziona mentre un maggior carico di lavoro alla sede dorica comporterebbe anche grandi disagi per la città, essendo noto il problema dei parcheggi. Sembra che nemmeno l'incontro tra una delegazione del Consiglio dell'Ordine degli avvocati di Ancona e il Presidente della Commissione Giustizia del Senato, Filippo Berselli, avvenuto a Roma in questi giorni, sia valso a nulla e che sembrerebbero a rischio chiusura anche le sedi di Jesi e Senigallia.






Questo è un articolo pubblicato il 17-03-2012 alle 19:45 sul giornale del 19 marzo 2012 - 557 letture

In questo articolo si parla di attualità, tribunale, fabriano, giustizia, vivere fabriano, Raffaela Cesaretti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/wCd





logoEV