statistiche sito

Le Grotte di Frasassi conquistano i giornalisti del vino

3' di lettura 13/05/2012 - I giornalisti della selezione internazionale vini brindano con il verdicchio e degustano il vino che quattro anni fa fu messo “a riposare” in un anfratto all’interno della Grotta grande del vento.

Dopo l’intensa tre giorni di selezione dei migliori vini del mondo nella cornice della Riviera del Conero, organizzata dall’Istituto Marchigiano Tutela Vini la delegazione dei giornalisti al seguito dell’evento, è stata letteralmente rapita dalla bellezza naturale e dalla magia delle Grotte di Frasassi dove ha potuto conoscere e in seguito degustare il verdicchio lasciato riposare nelle Grotte. Nel meraviglioso universo sotterraneo composto da fantastiche forme calcaree, cristalli, drappeggi e volute di alabastro i giornalisti provenienti da Australia Romania Germania Austria Ungheria Slovenia Albania Francia Russia hanno potuto effettuare un viaggio emozionale tra la natura incontaminata e il gusto di uno dei gioielli piu’ preziosi prodotti dal territorio marchigiano e riconosciuto in tutto il mondo.

Proprio nel ventre della terra in un luogo rimasto intatto e inaccessibile per migliaia di anni gli ospiti hanno avuto l’opportunità di conoscere un importante progetto studiato per fare vivere più a lungo l’eccellenza del nostro territorio il verdicchio . Sotto gli sguardi incuriositi e meravigliati della stampa internazionale gli speleologi delle Grotte hanno recuperato alcune bottiglie di verdicchio collocate quattro anni orsono “a riposare” in un anfratto ubicato all’interno della monumentale Grotta grande del vento. L’esclusivo microclima delle Grotte - caratterizzato da una temperatura 14° ed umidità (90-95%) costanti in tutto l’arco dell’anno, nonché da un profondo silenzio ed assoluta assenza di luce - ha favorito il “rallentamento” del processo di maturazione del vino e quindi la longevità dello stesso, con una peculiare evoluzione organolettica e di colore. “Creare sinergie fra diversi campi di eccellenza delle Marche come le Grotte di Frasassi e il rinomato vino marchigiano Verdicchio” – ha affermato Gianfranco Morettini delle Grotte di Frasassi – “è un’ottimo modo per la promozione dell’unicità del nostro territorio e per la diffusione della sua cultura nel mondo.”

“Nella strategia dell’Istituto Marchigiano Tutela vini c’è la volontà di promuovere il vino nel suo contesto territoriale” ha commentato Alberto Mazzoni direttore IMT “dando forza all’intero brand marche per creare in rete con i differenti soggetti una cultura turistica ed enogastronomica da valorizzare in Europa e nel mondo.” Dopo l’estrazione delle bottiglie di vino dalle grotte, sigillate con la cera lacca (per evitare il formarsi di muffe), i giornalisti hanno degustato i verdicchi in una degustazione guidata dagli enologi Carlo Garofoli, Giuliano D’Ignazi e Dino Porfiri all’Hotel Le Grotte di Luciano Bardella, e poi hanno piacevolmente gustato a pranzo molti altri prodotti tipici della gastronomia locale. All’enoteca regionale di Jesi con la degustazione di tutte le doc marchigiane si è conclusa l’intensa giornata dedicata alla favolosa bellezza delle Grotte di Frassassi e a uno dei più conosciuti prodotti nel mondo della terra marchigiana eletto miglior vino bianco d’Italia.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-05-2012 alle 18:22 sul giornale del 14 maggio 2012 - 803 letture

In questo articolo si parla di attualità, grotte di frasassi, genga, frasassi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/yZH





logoEV