statistiche sito

Le firme per il Giano superano quota 1000

raccolta firme fiume giano 3' di lettura 01/07/2012 - La petizione popolare per chiedere all'amministrazione Sagramola un progetto alternativo che valuti la completa riapertura del tratto urbano del fiume Giano è stata depositata nei giorni scorsi in Comune. Oggi la petizione conta più di 1000 firme.

La raccolta delle firme è promossa da Associazione per la tutela e valorizzazione del Centro Storico e associazione culturale InArte e appoggiata da varie associazioni e movimenti. L'adesione partecipata di cittadini e personalità locali è ampia e trasversale e ciò a testimonianza di quanto la questione sia importante per i fabrianesi tutti. Di seguito riportiamo alcuni interventi a favore della riapertura del tratto urbano del fiume Giano.

"L'etimo antico di Fabriano è: artefice (faber) sul Giano (Janus). E il Dio Giano fu uno dei protettori delle attività fluviali. Credo che basti questa riflessione, simbolica e storica, per ribadire come la questione del Giano sia centrale per l'urbanistica fabrianese e come vada letta nel suo complesso, come un corpo vivo di Fabriano. Spero che il consiglio comunale, nei tempi più brevi apra le sue porte ad un dibattito aperto, costruttivo e scientificamente rigoroso sul Giano. Trovo difficile credere che non vi siano soluzioni tecniche disponibili per restituire il Giano a Fabriano e garantire, nel contempo, la sicurezza dei cittadini." Dott. Fabio Marcelli, docente universitario e storico dell'arte, Verdi per Fabriano

"Come presidente WWF Marche, associazione ambientalista internazionale che conta oltre 5000 soci nella nostra regione, e soprattutto come cittadino fabrianese, che da oltre 20 anni collabora come volontario WWF con i bambini delle scuole elementari fabrianesi e in particolare con le maestre dell' "Allegretto di Nunzio" in progetti di educazione ambientale che mi hanno visto ogni anno portare diverse classi delle 3° elementari a visitare sia le sorgenti del Giano con la meravigliosa Valle dell'Abbadia di Santa Maria Appennino e che il tratto cittadino del Giano con 'l'orribile' tratto tombato del fiume, che suscita ogni anno stupore e rabbia nei bambini fabrianesi, che vedono così maltrattato il nostro fiume, che tanto ha dato alla nostra città, auspico al più presto che il fiume possa rivivere anche all'interno del suo tratto cittadino, come ad esempio realizzato dalla città di Gubbio." Dott. Jacopo Angelini, Presidente WWF Marche

"La riapertura del fiume è ineluttabile e non più procrastinabile, dovrà permettere di ripensare tutto il territorio, le sponde del fiume, il centro storico, i passaggi, la valorizzazione di zone ora degradate che diverranno luoghi affascinanti, il futuro parco del Giano, lo sviluppo non illimitato delle risorse, la promozione di un'economia basata su cultura, turismo, qualità della vita, sostenibilità. Questo intervento è solo una parte di un grande insieme, teso a far rianscere la città e i suoi abitanti per un futuro che attende dietro l'angolo e che dovremo cogliere. Un futuro che ci appartiene." Dott. Piero Rossin, Vicepresidente Ordine Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori della Provincia di Ancona

"Quando si parla del fiume Giano non è banale ripetere che il corso d'acqua che attraversa Fabriano è un bene storico-culturale e un bene ambientale. E' una perenne risorsa economica. Basta ricordare che i primi insediamenti umani (Catelvecchio e Poggio, ambo castra Fabriani) sono sorti in prossimità del fiume per opportunità economiche e logistiche. Fu una scelta di posizione nevralgica. La storia economica della città scorre lungo il Giano: il fiume della carta. Il ponte medioevale dell'Aèra è un simbolo, ma è anche un prezioso monumento architettonico. Riscopriamo il fiume e valorizziamo le vestigia della nostra civiltà. A Fabriano manca il governo del territorio. Sarebbe ora di progettare un nuovo Piano Regolatore Generale, quello in vigore è del 1980!" Dott. Giancarlo Castagnari, Vicepres. Fondaz. Fedrigoni-Ist. Europeo Storia Carta, già sindaco di Fabriano






Questo è un articolo pubblicato il 01-07-2012 alle 15:01 sul giornale del 02 luglio 2012 - 1112 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, vivere fabriano, Raffaela Cesaretti, raccolta firme fiume giano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/A37





logoEV
logoEV