Sassoferrato: raccolta differenziata dei rifiuti, 'porta a porta' in tutto il territorio entro l'estate

IlCentroAmbienteIntercomunaledilocFornaci 2' di lettura 27/07/2012 - Con l’estensione del servizio 'porta a porta' a tutto il territorio comunale, che andrà a regime entro l’estate, si completa, di fatto, il progetto di raccolta differenziata dei rifiuti, avviato qualche anno fa. La parte del territorio non ancora servita dal 'porta a porta', ovvero frazioni, località periferiche e accasati urbani a bassa densità abitativa, è stata suddivisa in cinque zone su cui è in corso di esecuzione la distribuzione dei contenitori per la raccolta differenziata dei rifiuti a domicilio.

Via, dunque, gli ingombranti ed inestetici cassonetti e contenitori delle cosiddette “Isole di prossimità”, i quali verranno sostituiti da piccoli raccoglitori che ciascun nucleo familiare dovrà collocare all’ingresso delle rispettive abitazioni nei giorni di ritiro, secondo un calendario prestabilito. «Per facilitare il compito agli utenti - osserva al riguardo l’assessore comunale all’ambiente, Marco Giulietti - abbiamo promosso e avviato una serie di incontri pubblici nelle seguenti zone delle periferia: Catobagli, Aia di Murazzano, Valdolmo, Morello, Monterosso, Cabernardi, Coldellanoce (31 luglio) e Perticano (2 agosto). E’ evidente - aggiunge l’assessore - che per rendere efficace il servizio i cittadini sono chiamati in maniera sempre più responsabile ad eseguire la corretta separazione dei rifiuti, elemento indispensabile per raggiungere entro la fine dell’anno la percentuale di raccolta del 65% stabilita dalle normative vigenti, le quali, giova ricordarlo, sono sempre più tendenti a penalizzare economicamente i Comuni non virtuosi e, di conseguenza, gli stessi cittadini».

L’attuale percentuale di raccolta è attestata intorno al 56%, ma l’introduzione del “Porta a porta” su tutto il territorio dovrebbe consentire, almeno si spera, di raggiungere il limite stabilito dalla normativa. Al fine di integrare e completare il servizio in maniera ottimale, l’Amministrazione è impegnata da tempo anche a valorizzare al massimo la funzione del Centro Ambiente Intercomunale di località Fornaci, su cui è possibile smaltire materiali ingombranti in disuso, oggetti inquinanti ecc. «I vantaggi dei corretti comportamenti da parte dei cittadini nella differenziazione dei rifiuti - dice ancora Giulietti - oltre che di natura economica vanno anche a favore dell’ambiente sui cui viviamo, che è patrimonio prezioso e che tutti, indistintamente, siamo tenuti a tutelare e a far rispettare. Per tale motivo, grazie al fondamentale ruolo svolto dagli ispettori ambientali e dagli eco-volontari, continueremo a monitorare la situazione, a vigilare e, se necessario, a sanzionare chi non rispetta le regole e chi adotta comportamenti privi di senso civico. Aspetto positivo del 2012 è che, nonostante l’allargamento del “Porta a porta” a tutto il territorio, la tariffa di igiene ambientale inverte il trend. Infatti, piuttosto, che andare ad incidere sul portafoglio della popolazione si è preferito agire sull’organizzazione domestica, responsabilizzando sempre di più le famiglie e le aziende del territorio nella gestione dei rifiuti».








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-07-2012 alle 11:52 sul giornale del 28 luglio 2012 - 1327 letture

In questo articolo si parla di attualità, sassoferrato, Comune di Sassoferrato, ilcentroambienteintercomunaledilocfornaci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/B0e





logoEV