statistiche sito

Chiarimenti dell’amministrazione comunale su nuova modalità di pagamento dei servizi educativi

Scuola generico 2' di lettura 12/02/2013 - In merito ai disagi segnalati dai cittadini sul nuovo metodo di pagamento dei servizi educativi a domanda individuale (servizio mensa, trasporto scolastico e nidi d’infanzia), l’Amministrazione, comprendendo i problemi degli utenti che tra i mesi di gennaio e febbraio hanno ricevuto tre richieste di pagamento nel giro di alcuni giorni, ritiene necessario spiegare i seguenti aspetti.

L’Amministrazione ha scelto di far partire questo nuovo metodo di pagamento ora per evitare ai cittadini la sovrapposizione con altri oneri visto che nel mese di novembre scadeva il secondo acconto IRPEF e nel mese di dicembre il saldo IMU. Inoltre, questo nuovo sistema di pagamento attraverso i MAV garantisce numerosi vantaggi:

• Facilità e velocità nella modalità di pagamento: il MAV si può pagare non solo presso gli uffici postali ma anche presso qualsiasi sportello bancario. Inoltre, inserendo il codice identificativo, si potranno utilizzare gli sportelli bancomat o i servizi di banking online evitando code presso gli uffici e senza necessità di adeguarsi agli orari di apertura al pubblico;

• Risparmio: il MAV è esente da commissioni, si pagherà solo il servizio di cui si usufruisce senza costi aggiuntivi; si eviterà così anche la spesa di € 1,30 prevista per i bollettini postale;

• Chiarezza e trasparenza: insieme al bollettino MAV c’è un’informativa dettagliata di tutte le voci che compongono l’importo da corrispondere.

‘Questo nuovo sistema di pagamento ci permette - sottolinea il Vice Sindaco Tini - di contabilizzare le entrate con l’obiettivo di evitare l’evasione che si è verificata negli anni passati e quindi si configura anche come strumento di garanzia per i cittadini onesti’. Le presenze che sono state stimate, ma non effettivamente utilizzate, saranno rimborsate a conguaglio nei bollettini successivi. In ogni MAV verrà conguagliato il penultimo mese fino al mese di giugno in cui verrà effettuata una compensazione complessiva.

‘Ci scusiamo con i cittadini – continua Tini – per i disagi che si sono verificati in questa prima fase iniziale e chiediamo collaborazione ricordando che il termine dei 30 giorni previsto per il pagamento dei bollettini è indicativo e non perentorio’. La comunicazione su questa nuova modalità di pagamento era stata inviata ai cittadini nel mese di dicembre; per avere comunque maggiori informazioni ci si può rivolgersi all’URP in Piazza del Comune n.1 ed all’Ufficio Servizi Educativi - sede comunale di Piazzale XXVI settembre 1997.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-02-2013 alle 14:47 sul giornale del 13 febbraio 2013 - 7926 letture

In questo articolo si parla di scuola, politica, fabriano, Comune di Fabriano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/JkZ





logoEV