Indesit, Spera (Ugl): 'Nuovo piano da verificare, resta preoccupazione per delocalizzazione'

antonio spera ugl 1' di lettura 21/10/2013 - 'L’incontro di lunedì con i vertici Indesit non ha prodotto risultati di rilievo: il nuovo piano presentato dall’azienda riduce il numero di esuberi inizialmente dichiarato, ma va verificato attentamente. Resta forte la preoccupazione per le prospettive a medio-lungo raggio e per la volontà di delocalizzare le attività dello stabilimento di Caserta'.

Lo dichiara il vice segretario nazionale dell’Ugl Metalmeccanici, Antonio Spera, al termine del tavolo al Mise su Indesit, aggiungendo che “dopo i numerosi sacrifici fatti negli ultimi anni a Brembate, Refrontolo e None, la prospettiva di spostare le produzioni di lavatrici da Caserta all’estero non ci tranquillizza”.

“L'auspicio quindi - prosegue - è che, a partire dai prossimi incontri previsti per fine mese fra sindacati e azienda, ci sia la volontà condivisa di elaborare soluzioni che permettano la sopravvivenza, sia sul piano industriale che occupazionale, di una produzione storicamente fondamentale per il sistema Paese, in modo da fare passi avanti al prossimo incontro al Mise, calendarizzato per il 31 ottobre”.


da Antonio Spera
vice segretario nazionale Ugl Metalmeccanici 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-10-2013 alle 21:19 sul giornale del 22 ottobre 2013 - 782 letture

In questo articolo si parla di attualità, lavoro, fabriano, indesit, ugl metalmeccanici, indesit:1425 volte no, Antonio Spera, antonio spera ugl

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Tpo