Fabriano per due giorni capitale della ritmica italiana. Julieta da l'addio all'attività agonistica

julieta cantaluppi 3' di lettura 26/11/2013 - E’ l’ appuntamento principe della ginnastica ritmica nazionale, arriva appositamente alla fine dell’ anno per designare la società che potrà sfoggiare il titolo di Campione d’ Italia per tutto il 2014. Si arriva alla quarta ed ultima giornata del campionato ed è proprio Fabriano che ha l’ onore di avere in casa questo straordinario evento che porterà in città ben 35 società del territorio nazionale con circa 300 tra ginnaste ed allenatrici.

Il 30 novembre si inizierà al PalaGuerrieri con la serie A2 alle 15,30 dove verranno designate le due società che verranno promosse in A1 e le tre che scenderanno in serie B. Alle 19,30 il clou della giornata con la Serie A1 che assegnerà lo scudetto tricolore e le due retrocessioni in Serie A2. Il 1° dicembre alle 09,30 ultima fase della due giorni fabrianese con la finale di Serie B che premierà le prime tre classificate con la promozione in Serie A2.

Le ginnaste fabrianesi scenderanno in pedana per entrambe le Serie A, caso più unico che raro, anche se con prospettive diverse. In Serie A2 è presente la Ginnastica Cerreto con Sofia Crescentini, Martina Santini, Katiuscia Pedica, Michela Moscianese, Valeria Carnali e Camilla Zuccaro con destino già segnato in quanto destinate alla retrocessione, nonostante la loro apprezzabile volontà di partecipare ad un campionato già segnato in partenza Ben diversa sarà la gara della Carifabriano Ginnastica in Serie A1 con la squadra composta da Daniela Mogurean, Marika Buratti, Cecilia Meriggiola, Letizia Cicconcelli e Julieta Cantaluppi, squadra capace di ottenere nelle tre gare precedenti tre ottimi terzi posti, per cui tiene ben saldo attualmente il terzo gradino del podio, dietro le corazzate di Armonia Chieti e San Giorgio Desio. Saranno proprio queste due società a contendersi il titolo tricolore che deve attualmente le abruzzesi avanti di tre punti, ma un primo posto di Desio significherebbe sicuramente uno scudetto ex-equo.

Rai Sport sarà presente per trasmettere l’ evento in differita. La Carifabriano Ginnastica cercherà perlomeno di migliorare di un posto il podio cittadino e sarebbe un ulteriore segno delle ottime prospettive future della società. Il 30 novembre saluteranno l’ attività agonistica le ginnaste fabrianesi Martina Santini, Katiuscia Pedica, Marika Buratti e Valeria Carnali tutte pluri-campionesse d’ Italia di squadra negli ultimi anni.

Ma il saluto speciale sarà quello di Julieta Cantaluppi che ha scelto il palcoscenico fabrianese, per dire addio all’ attività agonistica per avviare una sicura carriera di allenatrice di massimo livello. Julieta Cantaluppi, dietro la perfetta regia della mamma allenatrice Kristina Ghiurova è diventata l’ unica ginnasta nella storia della ritmica italiana a conquistare sette titoli italiani assoluti ai quali vanno aggiunti 26 titoli italiani tra squadra ed i vari attrezzi, 10 trofei Andreina Gotta, medaglia d’ oro ai Giochi del Mediterraneo 2009 e partecipazione alla Olimpiade di Londra 2012, premio finale di una splendida carriera. Cari concittadini, unitevi il 30 novembre sera, agli applausi che il pubblico stimato in oltre 1500 persone, destinerà a Julieta in segno di riconoscimento per quanto ha fatto per questo sport e per far conoscere Fabriano come una delle città regine della ritmica






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-11-2013 alle 00:11 sul giornale del 27 novembre 2013 - 2247 letture

In questo articolo si parla di sport, fabriano, ginnastica, julieta cantaluppi, ginnastica fabriano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/U4l





logoEV