'Come la politica ha condizionato l’arte negli ultimi cento anni', giovedì 26 incontro con Demetrio Paparoni

Come la politica ha condizionato l’arte negli ultimi cento anni 1' di lettura 24/06/2014 - Giovedì 26 giugno 2014 alle ore 21.15, presso il Museo della Carta e della Filigrana si terrà l'incontro 'Come la politica ha condizionato l’arte negli ultimi cento anni', una conversazione con Demetrio Paparoni, organizzato da Centro Studi Fabriano Incontra.

L'incontro con Demetrio Paparoni a Fabriano affronterà il tema del rapporto tra arte e politica nel corso del Novecento, ma anche in tempi recenti. Autore di un libro che ha lasciato una forte traccia nella storia della critica d'arte italiana – una vera storia sociale dell'arte – Paparoni si spinge ad analizzare i significati nascosti nelle scelte e nelle decisioni della politica italiana.
Sappiamo tutti che non è possibile comprendere l’arte se non se ne indagano i legami con il potere, eppure quanto accade attorno a noi continua a sfuggirci.
Finita l'era delle contrapposizioni ideologiche che hanno caratterizzato il Novecento, ci troviamo oggi dinanzi ad un sistema ideologico monolitico, presente ad Est come ad Ovest e che trova i suoi presupposti nelle tesi e nelle strategie della nuova finanza internazionale. Nel suo ultimo e ricco saggio, “Il bello, il buono e il cattivo”, appena edito da Ponte alle Grazie e già alla sua seconda edizione, Demetrio Paparoni, affronta questo tema con ricchezza di informazioni e argomentazioni approfondite, parlando un linguaggio chiaro e comunicativo.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-06-2014 alle 12:07 sul giornale del 25 giugno 2014 - 561 letture

In questo articolo si parla di arte, politica, spettacoli, fabriano, Demetrio Paparoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/6ja





logoEV
logoEV