Riparte il Premio Nazionale 'Un Libro per l’Ambiente'

4' di lettura 25/02/2015 - Il concorso di editoria ambientale per ragazzi promosso da Legambiente e da La Nuova Ecologia. La giuria popolare di circa 500 ragazzi del Parco Gola della Rossa e di Frasassi leggerà i volumi e voterà poi vincitori.

Il Premio Nazionale Un Libro per l’Ambiente ritorna sui banchi di scuola del Parco Gola della Rossa e di Frasassi e del territorio dell’Unione dei Comuni Ambito 3 Esino Frasassi. Tra i 2.000 ragazzi di tutta Italia che leggeranno e decreteranno i vincitori della diciassettesima edizione del concorso di editoria ambientale promosso da Legambiente e La Nuova Ecologia, sono circa 500 i ragazzi del territorio che si confronteranno con i libri finalisti. Il progetto di avvicinamento alla lettura e di educazione ai temi ambientali e di attualità è un appuntamento ormai consolidato e attesissimo da ragazzi e insegnanti.

Per questa edizione, tra gli 80 libri proposti dalle case editrici, la giuria di esperti ha scelto sei libri finalisti (tre per la sezione di narrativa ambientale e tre per quella di divulgazione scientifica) che saranno, poi, proposti in lettura ad una giuria popolare di bambini e giovani tra gli 8 e i 14 anni. I ragazzi, con il loro voto decreteranno un vincitore per ogni sezione.

Quest’anno in corsa per l’ambito premio sono per la sezione narrativa: Granpà di C. Léon (CameloZampa Editore), un libro ribelle nel quale nonno e nipote conducono la loro battaglia contro l’Arizona Oil Company che vuole invadere le loro terre; Federico il pazzo di P. Rinaldi (Sinnos Edizioni), nel quale Angelo, appena arrivato in una nuova città, deve fare i conti con il bullismo della sua classe ma anche con se stesso nella conoscenza delle proprie emozioni; Cuori di waffel di M. Parr (Beisler Edizioni), che racconta le avventure di due ragazzi, scapestrati e pronti in ogni momento a combinarne di tutti i colori e con un rapporto speciale con la natura e gli animali. Invece per la sezione divulgazione scientifica i libri finalisti sono: C'era un'altra volta: la seconda vita dei rifiuti, di A. Ferrari, M. Maselli (Editoriale Scienza), nel quale il testo e le illustrazioni trascinano alla conoscenza delle modalità di riciclaggio nella consapevolezza delle responsabilità individuali e quotidiane. Costruire un arcobaleno, di B. Sidoti (Giunti Junior) nel quale il grande esperto di giochi, autore del libro, fa fare alla luce e ai colori le cose più incredibili con i semplici strumenti che abbiamo in casa. La casa in forma. Abitare con l'efficienza energetica, di F. Brunetti (Edizioni Idest), dove i testi dell’autrice e le splendide illustrazioni di Alberto Rebori raccontano la casa come relazione dell’abitare, intrecciando le emozioni con quei fattori che permettono l’eliminazione di sprechi e pericoli. Il progetto è stato presentato in conferenza stampa dal Sindaco di Fabriano Giancarlo Sagramola, l’assessore alla cultura e istruzione del Comune Barbara Pallucca, dal presidente di Legambiente Marche Luigino Quarchioni, dalla coordinatrice del progetto per Legambiente Marche Marcella Cuomo, dalla presidente del circolo locale di Legambiente Maria Cristina Mosciatti accompagnata dai soci Giovanni Angradi e Michele Bomprezzi, e dal Dirigente Scolastico dell’Istituto Marco Polo di Fabriano Antonello Gaspari.

Il premio nazionale Un Libro per l'Ambiente è realizzato con il contributo e la collaborazione di: Regione Marche – Assessorato all’Ambiente; Comune di Ancona; Comune di Porto Recanati; Comune di Pedaso, Comune di Porto Sant'Elpidio; Comune di Sant'Elpidio a Mare; Comune di Jesi, Comune di Serra De’Conti; Aib – Associazione Italiana Bibliotecari; Unione dei Comuni Ambito 3 Esino Frasassi e Parco Regionale della Gola della Rossa; MIUR Ufficio Scolastico Regionale per le Marche-Direzione Regionale; Circolo Legambiente “Le Cesane” di Urbino e CEA “Casa delle Vigne”; Polo Museale dell’Università di Camerino e AbEnergie. Il premio nazionale Un Libro per l'Ambiente è realizzato grazie a: Biblioteca di Santa Maria Nuova; biblioteca di Falconara M.ma; Circolo Legambiente “Azzaruolo” di Jesi; Circolo Legambiente “Il Pettirosso” di Tolentino; Circolo Legambiente di Porto Sant'Elpidio; Circolo Valle dell'Acquarella di Cerreto d'Esi; Circolo Legambiente di Pesaro “Il Ragusello”, Circolo di Serra De’Conti “Verde Acqua”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-02-2015 alle 16:47 sul giornale del 03 marzo 2015 - 502 letture

In questo articolo si parla di cultura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/afVp





logoEV