Indesit, Fiom: 'Chiediamo tavolo urgente al Mise'

indesit 2' di lettura 13/03/2015 - Si sono incontrate le RSU FIOM degli stabilimenti e sedi impiegatizie Indesit Company di Fabriano con la presenza del Segr.Prov. Fabrizio Bassotti e del Coordinatore Nazionale del settore elettrodomestico Gianni Venturi. A seguito della costituzione del colosso degli elettrodomestici Whirlpool - Indesit Company, emergono nel processo di integrazione e fusione sia elementi positivi ed opportunità evidenti sia preoccupazioni ed incertezze inevitabilmente connesse a possibili sovrapposizioni produttive e alle relative ricadute occupazionali.

Ribadiamo la necessità che i tempi di definizione delle piattaforme di prodotto e del piano industriale siano rispettati e che quindi si possa avviare un confronto di merito dal mese di Aprile. E’ indispensabile che si parta dagli investimenti necessari a garantire innovazione di processo e di prodotto,delineare le missioni e le specializzazioni produttive dei singoli stabilimenti,determinare certezze occupazionali per l’insieme dei lavoratori del gruppo. Riteniamo pertanto che le affermazioni del “numero due” di Whirlpool Europa Marc Bitzer rilasciate in occasione del Meeting di Barcellona siano avventate ed inopportune,e tali da produrre ulteriori ed inutili elementi di tensione e di preoccupazione tra i lavoratori. Per quanto ci riguarda le sedi naturali del confronto restano il tavolo del Ministero dello Sviluppo Economico e i sistemi di relazioni Industriali che si sono consolidati negli anni nei due gruppi. Siamo pertanto impegnati alla ricognizione ed alla definizione delle priorità e delle sinergie possibili,e contemporaneamente a riaffermare la necessità che processi,così delicati e complicati, di riorganizzazione e di concentrazione nella produzione e negli assetti societari debbano necessariamente essere inquadrati in una strategia di politica industriale per l’intero settore dell’elettrodomestico. Torniamo a chiedere un'urgente convocazione del tavolo di settore presso il ministero dello sviluppo economico per poter verificare le possibili azioni di sostegno a quello che è il secondo settore industriale per numero di addetti nel nostro paese.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-03-2015 alle 10:38 sul giornale del 16 marzo 2015 - 530 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, fiom, indesit, fiom ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/agGP





logoEV