Assemblea pubblica 'Accoglienza e protezione internazionale dei migranti'

2' di lettura 02/02/2016 - Le stragi in mare sono ormai quotidiane e quasi non fanno più scalpore, come non indignano più di tanto i rifugiati ammassati alle frontiere che premono per l’apertura di un corridoio umanitario.

Gli scenari dell’immigrazione sono completamente cambiati, la situazione si evolve continuamente come le rotte dei trafficanti che ora volgono sempre più, anche a fronte della chiusura delle frontiere ad est, verso la costa adriatica, come dimostra l’ultimo naufragio avvenuto qualche giorno fa in Puglia.

Assistiamo all’apertura di nuovi spazi di detenzione, centri di contenimento e smistamento, luoghi privi di status giuridico ma con gravi ripercussioni sulla libertà e sui diritti dei migranti.
La strage dei migranti continua alle nostre frontiere dove è decisa in modo del tutto arbitrario la sorte di chi è sopravvissuto al viaggio e ai trafficanti, chi accogliere e chi respingere.

Crediamo che sia necessaria una riflessione riguardo questa tematica. Purtroppo viviamo la nostra quotidianità nel costante chiacchiericcio razzista e nell'ignoranza dilagante di coloro che non vogliono informarsi e ragionare sulle motivazioni che hanno scaturito questo grande fenomeno.
Vogliamo raccontarvi le esperienze che abbiamo vissuto durante il nostro viaggio nell'isola greca di Samos e invitare tutti a riflettere sull'accoglienza che è destinata a coloro che scappano dalla guerra cercando riparo nei paesi europei.

Illustreremo cosa accade loro quando arrivano in Italia e quali sono le possibilità che il nostro paese offre a queste persone di continuare la loro vita.
Mentre, nello specifico, conosceremo i responsabili dei due gruppi che si stanno attualmente occupando dei migranti ospitati nella nostra città e che ci mostreranno come avviene l'accoglienza fabrianese.

Ne parleremo con:

- Avv. Paolo Cognini (esperto In Diritto dell’immigrazione e dell’asilo)
- Simona Tortolini (staffetta #OverTheFortress all’isola di Samos, Grecia)
- Chiara Rossi (progetto Sprar "Ancona Provincia D 'Asilo" ampliamento Fabriano)
- Cecilia Guida (volontaria ONLUS Pace in terra)


SABATO 6 FEBBRAIO
ORE 16.30
Laboratorio Sociale Fabbri
Spiazzi San Nicolò 10 Fabriano AN






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-02-2016 alle 16:16 sul giornale del 03 febbraio 2016 - 712 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, Laboratorio Sociale Fabbri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/atcY