Genga: Lega, "Perla chiusa in un guscio"

genga 1' di lettura 15/02/2019 - Far tornare Genga allo splendore e alla notorietà di qualche decennio fa, liberando verso l’esterno i suoi punti di eccellenza e potenziando le infrastrutture a corredo della sua offerta turistica.

Questo l’appello lanciato dal consigliere regionale della Lega nord, Sandro Zaffiri, e dal Coordinatore della provincia di Ancona, Milco Mariani, i quali chiedono un impegno corale per la splendida località, nota non soltanto per le grotte di Frasassi, ma anche per ospitare strutture termali, ricchezza ambientale, naturalistica, storica e paesaggistica. “Insomma – rileva Zaffiri – un gioiello che, oggi, si trova, purtroppo, in serie difficoltà, sia a causa dei noti problemi di viabilità causati dagli interminabili lavori sulla statale ‘76, sia a causa di una guida amministrativa locale che, evidentemente, si è troppo adagiata sui fasti del passato”.

“Da parte del Carroccio – affermano Mariani e Zaffiri – ci sarà tutto l’impegno per contribuire a risolvere quanto prima i problemi di isolamento infrastrutturale. Occorre, inoltre, un deciso cambio di rotta nel governo del Comune che sarà possibile solo facendo la giusta scelta alle prossime elezioni amministrative”. La Lega chiede ai cittadini di Genga la discontinuità con una amministrazione che è la stessa che ha creato gravissimi problemi di occupazione nel Fabrianese e che governa il territorio da oltre 20 anni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-02-2019 alle 11:03 sul giornale del 16 febbraio 2019 - 399 letture

In questo articolo si parla di politica, genga, lega nord

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a4jN





logoEV