Firmato il protocollo d'intesa per ridare slancio ai territori tra Marche e Umbria penalizzati da una pesante crisi economica

5' di lettura 05/12/2019 - Gabriele Santarelli, sindaco di Fabriano, Barbara Pagnoncelli, assessore Lavoro, Attività produttive, Agricoltura, Artigianato, Politiche e fondi EU, Politiche giovanili, Giovanni Giorgetti Ceo & Founder di ESG89 Group hanno sottoscritto un protocollo d’intesa, costruito su sette linea di azione, tra Comune e ESG89 per la realizzazione del progetto “Remake Fabriano the startup City.

Giovani, lavoro e imprenditorialità, il primo segmento di un articolato documento che nelle professioni del futuro e life skills ha il secondo asse e nel terzo e quarto prevede il supporto alla nascita di nuove intese innovative e lo studio del best practices internazionali, al quinto innovazione e formazione, al sesto il confronto tra innovazione ed esperienza e l’istituzione di una cabina di regia che individui i temi prioritari da trattare.

Prima di entrare nel merito dell’accordo occcorre dire del principio ispiratore delle linee d'azione indicate che risiedono nella volontà della Città di Fabriano di promuovere la sua realtà territoriale quale centro di un rinascimento economico, che guardi con attenzione ai suoi giovani e alle prospettive future sia in termini di occupazione che in termini di promozione culturale, sociale ed economica del territorio. Il processo di rinascimento è pensato per espandersi e coinvolgere attivamente l'intera Re­gione Marche e le importanti realtà limitrofe, Umbria in primis. La formazione dei giovani, la nascita di nuove startup, la creazione di reti innovative e di lavoro per il presente e per il futuro non possono più prescindere dall'incontro e dal con­fronto culturale, dall'apertura a percorsi di innovazione che accolgano risorse ed espe­rienze internazionali, dall'apporto sinergico tra realtà istituzionali di vari territori con il mondo dell'impresa, della ricerca, della formazione, degli artigiani, dei creativi e dei gio­vani talenti.

Da questi presupposti agli argomenti programmatici che muovendo da Giovani, lavoro e imprenditorialità incentrato su workshop, seminari, incontri formativi e di confronto dovrà essere rivolta particolare attenzione al lavoro giovanile, allo stimolo ad una produzione italiana maggiormente orientata verso i settori ad elevata tecnologia, alla maggiore mobilità sociale, al rafforzamento del legame tra mondo dell'istruzione e mondo dell'impresa, allo sviluppo di una cultura favorevole agli investimenti a rischio e ad una generale maggiore attrattiva del paese verso capitali ed anche talenti stranieri.

Per quanto riguarda le professioni del futuro e life skills, contempla la formazione per i lavori del futuro sarà una tematica centrale di "remake Fabriano - the startup city" considerato che tra qualche anno i giovani svolgeranno lavori che attualmente non esistono e che richiederanno una serie di skills che i ragazzi dovranno cercare di costruire fin da ora nel loro percorso formativo. Per questo motivo saranno contemplati training courses, in particolare nel settore del digitale, necessari alle nuove professioni da mettere in campo nel prossimo futuro e per creare soluzioni innova­tive e sviluppare nuove conoscenze.

Di fondamentale importanza la collaborazione con le scuole e le realtà del territorio e delle Regioni Marche e Umbria che si occupano di formazione e orientamento dei giovani, quali Informagiovani, Centro per l'impiego e Asso­ciazioni di categoria. Il supporto alla nascita di nuove imprese innovative mettere in moto i giovani imprenditori e le startup all'utilizzo di strumenti e supporti quali i venture capital, i Business Angels, gli Angel lnvesting ed il Crowdfunding, senza dimenticare l'importanza di creare sinergie anche con le istituzioni del credito e gli Enti pubblici, quali le Regioni, affinché affianchino sempre con maggiore concretezza la nascita e lo sviluppo delle startup.

Sullo studio delle best practices internazionali, risulta strategico guardare con attenzione a quanto accade negli altri Stati con riferimento alle politiche di sostegno nei confronti delle startup per essere di stimolo anche verso le nostre Istituzioni affinché si implementino gli strumenti legislativi già fruibili e si adottino nuove politiche tese allo sviluppo delle realtà delle giovani startup in Italia. Innovazione e formazione l’altro punto centrale sul quale le parti si impegneranno ad organizzare studi, programmi di ricerca ed iniziative scientifiche, anche in cooperazione con le università e le istituzioni scolastiche, culturali ed imprenditoriali. Le opportunità di incontro tra scuola/ricerca/im­presa saranno previste durante tutto 'anno con cadenza mensile/bimestrale/trimestrale e prevedranno il coinvolgimento della più ampia platea di professionalità e realtà imprendi­toriali e del mondo della ricerca e della formazione.

A tale scopo, la Città di Fabriano ed ESG89 Group apriranno ai giovani e ai nuovi imprenditori la loro preziosa rete di relazioni con Istituzioni, Enti universitari e di ricerca. La Città di Fabriano offrirà anche i suoi spazi ricchi di storia e cultura per ospitare eventi organizzati in collaborazione con ESG89 Group, forte dell'esperienza maturata in eventi di rilievo internazionale, si pensi al successo dell'U­NESCO Annual Conference e alla ricchezza di contenuti e di risultati portata dal Remake Festival. Il Confronto tra innovazione ed esperienza: promuovere lo sviluppo delle nuove espres­sioni imprenditoriali e creative anche in relazione all'impiego di tecnologie innovative non può prescindere dal prezioso apporto dell'esperienza di senior companies, di imprese e personalità di successo a livello nazionale ed internazionale.

L'attività di matching tra sta r­tup e senior companies potrà fornire un valore aggiunto alla formazione dei giovani, che potranno avvalersi della formazione di professionalità esperte, arricchendo le proprie idee innovative con la visione di imprenditori di successo. Infine la Istituzione di una cabina di regia che individui i temi prioritari da trattare, i professionisti da coinvolgere e la programmazione delle attività annuali, che possa dare risposte con­crete alle nuove imprese anche in termini di individuazione di strumenti sia legislativi che finanziari stabilendo percorsi che abbiano inizio già durante gli studi scolastici ed at­traendo anche imprenditori provenienti da ogni angolo del mondo.








Questo è un articolo pubblicato il 05-12-2019 alle 15:04 sul giornale del 06 dicembre 2019 - 360 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, fabriano, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bdGP





logoEV