Ginnastica: la Faber conosciuta in tutto il mondo, anche un'atleta americana a Fabriano per allenarsi

5' di lettura 24/02/2020 - Non è certo una novità, ma se mai ce ne fosse bisogno, ecco un esempio di come sia conosciuta la Faber Ginnastica Fabriano nel Mondo, quindi chi meglio di un esperto manager come Leandro Santini lo poteva fare.

"Lo scorso Agosto la Faber Ginnastica Fabriano, ricevette una mail dagli USA con una richiesta di poter venire nella Accademia fabrianese per qualche mese. Era Nayenne Pollini Ashenaffi, tredicenne ginnasta americana di Los Angeles, già nel giro delle pari età della federazione americana. Si pensava a una delle numerose richieste che arrivano stagionalmente (dalla Francia, dal Belgio, dalla Finlandia, dal Messico ecc. ecc), per potersi perfezionare nella ginnastica ritmica sotto la cura delle nostre tecniche Ghiurova e Cantaluppi. Invece Nayenne arriva precisa a Fabriano con la mamma Simonne per fermarsi fino a Natale. Ora è tornata a Los Angeles e ci ha rilasciato questa intervista. Dimmi tuo nome, cognome, età e da dove provieni e quando sei arrivata a Fabriano?

Mi chiamo Nayenne Pollini Ashenaffi ed ho 13 anni. Provengo dagli Stati Uniti e sono arrivata a Fabriano a meta’ agosto."

Da quanto tempo pratichi la ginnastica ritmica?

"Ho iniziato a praticare la ginnastica ritmica a livello agonistico a nove anni, un’eta’ considerata al limite ed infatti le allenatrici erano contrarie a farmi iniziare, ma in seguito si sono ricredute. "

Qual è il livello della ritmica negli USA e che tipo di gare hai fatto?

"Negli ultimi anni in particolare, il livello della ginnastica ritmica negli USA si e’ elevato in modo notevole. Infatti, alle Olimpiadi di Tokyo vi saranno non una ma due ginnaste americane, fatto che non accadeva dal 1992. Inoltre, a livello nazionale e’ diventato maggiormente difficile raggiungere il massimo grado, 10, o ancora di piu’, guadagnarsi un posto nella squadra junior o senior americana. Per quanto riguarda le gare alle quali ho partecipato sono di tipo “invitational” (aperte a tutti), statali, interregionali e nazionali."

Come mai dagli Usa sei proprio arrivata a Fabriano? Conoscevi la società Faber Ginnastica? "Per questioni familiari abbiamo dovuto rientrare in Europa, ma io dovevo continuare ad allenarmi seriamente e quindi bisognava trovare una societa’ di leva, che allenasse intensivamente. Ho visto per la prima volta Milena Baldassarri partecipare al World Championships del 2017 e sono rimasta esterefatta dalla sua grazia e bellezza espresse durante tutti i suoi esercizi, ho quindi immediatamente ricercato su internet tutto quanto scritto a suo riguardo ed ho visto che era affiliata alla Societa’ Faber Ginnastica. E’ presto diventata una delle mie ginnaste preferite, cosi’ come Talisa Torretti, che aveva gareggiato allo YOG 2018. Un'altra ginnasta spettacolare e’ Sofia Raffaeli, la quale ho realizzato che facesse parte della Societa’ Faber Ginnastica quando la inquadrarono insieme a Julietta Cantaluppi al Junior World Championships."

In questi quattro mesi cosa hai perfezionato negli esercizi?

"Ho migliorato considerevolmente il maneggio dell'attrezzo e rafforzato la mia muscolatura, aiutandomi nell'esecuzione degli elementi. Inoltre, ho imparato a lavorare in maniera più efficiente e mi sento anche più sicura in pedana. "

Hai fatto amicizia con le tue compagne di allenamento?

"All'inizio, ero preoccupata che la barriera linguistica mi frenasse nel fare nuove amicizie, ma le ragazze erano tutte alquanto gentili, includendomi immediatamente ed in poco tempo cominciai a comunicare con loro in Italiano ed a stringere amicizie che manterrò anche in futuro."

Hai potuto anche visitare questa piccola città, dato che vivi a Los Angeles, che impressione ti ha fatto?

"Sì, ho avuto modo di visitare Fabriano, per esempio, la Cartiera, il monastero e il mercato settimanale, oltre a fare lunghe passeggiate con il mio cane preferito della nostra vicina di casa. Malgrado vivo in una grande metropoli, mi è piaciuto molto trascorrere del tempo in questa piccola cittadina, perche’ tutto e’ a misura d'uomo, raggiungibile in pochi minuti. In aggiunta, vivendo nel centro storico ed andando a piedi, ho apprezzato il fatto che in poco tempo ho conosciuto parecchia gente, perché ci si incontrava giornalmente per strada e spesso si facevano quattro chiacchiere, una realtà che ovviamente non accade di frequente a Los Angeles."

E’ vero che hai chiesto la residenza a Fabriano?

"Sì, avevo fatto la richiesta con l'aiuto del presidente della Faber Ginnastica, Leandro Santini, perchè volevo avere l'opportunità di gareggiare per questa società, siccome e’ stata cruciale nell’aiutarmi ad avanzare e crescere, ma le regole della federazione di ginnastica ritmica sono cambiate, quindi non è più fattibile."

Hai potuto anche partecipare con la Faber Ginnastica a qualche gara italiana?

"Ho partecipato alla San Marino Cup ed è stata un’ottima esperienza, perchè avevo da poco tempo nuovi esercizi, dandomi quindi un'idea chiara relativa al mio progresso. Successivamente, qualche mese dopo, siamo andate alla Academic Winter Cup a Sofia e grazie al lavoro fatto in particolare dalle allenatrici Kristina Ghiurova e Julieta Cantaluppi, ho vinto l'oro nella classifica generale all around per junior 2006."

Pensi di ritornare in futuro a Fabriano?

"Sì, assolutamente. Le allenatrici sono eccezionali e mi hanno aiutata enormemente, gliene sono estremamente grata. Non vedo l'ora di rivedere anche le ragazze della società. I Love Fabriano!"








Questo è un articolo pubblicato il 24-02-2020 alle 09:53 sul giornale del 25 febbraio 2020 - 855 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, fabriano, comunicato stampa





logoEV