Sassoferrato: il personale del centro per l'infanzia "L'Aquilone" propone iniziative per essere vicini a bambini e famiglie

2' di lettura 06/05/2020 - In questo momento così complesso non è facile far capire ai bambini più piccoli perché si deve stare in casa e come mai non si vedono gli amichetti, i cugini, i nonni, non si va al parco o a fare sport o a giocare all’aperto. E così al Centro per l’Infanzia l’"Aquilone” di Sassoferrato si sono inventati un percorso per fare compagnia ai più piccoli.

Il percorso virtuale, fatto di video tutorial di attività, canzoni e letture pubblicati sulla pagina Facebook, ha preso il via e i bambini del nido, ma anche molti altri che, grazie ai social, possono entrare in contatto con la pagina Facebook, stanno imparando a vivere in modo nuovo questo tempo. E’ con queste attività che il personale del Centro per l’infanzia ”L’Aquilone” cercano di allietare i bambini, per non spezzare il legame di affetto e di crescita, e di aiutare i genitori a gestire l’isolamento dei piccoli e le loro paure anche inconsapevoli.

Le educatrici e le maestre, oltre ad essere animate da questi nobili finalità danno vita anche al loro desiderio di restare accanto ai bambini per non lasciarli soli e far loro vivere, seppure a distanza, un po’ dell’esperienza vissuta al centro, come ci dice la coordinatrice Marzia De Silvestri: “il personale educativo del Centro per l’Infanzia “L’Aquilone” sta cercando di mantenere attiva la pagina Facebook della struttura, attraverso immagini relative ai momenti educativi e di attività ludiche di repertorio, pubblicazione di articoli che parlano d’infanzia e di educazione. Non solo, abbiamo pensato di realizzare dei video per raccontare storie ai bambini o per mostrare alcuni giochi da poter fare a casa.

I genitori hanno apprezzato molto tutto questo, sottolinea la coordinatrice, incoraggiandoci a continuare, nel riferire che i bambini più volte chiedono di guardare le immagini attraverso le quali ci nominano. L’improvvisa chiusura della struttura ha provocato un distacco brusco e ai bambini è venuta meno quella quotidianità fatta di relazioni tra coetanei e educatrici che a molti riempiva la giornata. Pensiamo, conclude la De Silvestri, che sia dunque importante mantenere un minimo di contatto per dimostrare che il nido continuerà ad occuparsi, se pur con ovvie difficoltà, delle famiglie".








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-05-2020 alle 17:44 sul giornale del 07 maggio 2020 - 267 letture

In questo articolo si parla di attualità, sassoferrato, Comune di Sassoferrato, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bk0G





logoEV