AnconAmbiente, quasi un quarto delle famiglie servite usa l'app Junker

3' di lettura 03/08/2020 - L’applicativo che aiuta gli utenti a fare la raccolta differenziata scaricabile gratuitamente su tutti gli smartphone è utilizzato da 10.958 nuclei familiari residenti ad Ancona, Fabriano, Sassoferrato e Serra De ‘Conti

Il 23.01% delle famiglie che risiedono nei comuni gestiti da AnconAmbiente (Ancona, Fabriano, Sassoferrato e Serra De’ Conti) hanno scaricato e utilizzano l’APP Junker. A quasi due anni dal lancio l’applicativo informatico (per smartphone Android o Apple) di AnconAmbiente è in continua e costante crescita. Questi i dati che il sistema di gestione ha fornito in data 27 luglio 2020.

Nello specifico Ancona fa segnare la percentuale del 23.77%, Fabriano 21.73%, Sassoferrato il 24.25% e Serra De ‘Conti l’11.08%. Per facilitare la vita ai cittadini di Ancona, Fabriano, Sassoferrato e Serra De’ Conti, AnconAmbiente ha adottato e messo a disposizione gratuitamente Junker, un servizio fruibile tramite App che riconosce con un solo clic quello che si getta e dice come fare secondo la normativa, tanto semplice da essere rivoluzionaria e, cosa non da poco, scaricabile in 10 lingue. L’applicativo mostra il calendario aggiornato dei ritiri, materiale per materiale, settimana per settimana e inoltre fornisce tutti i numeri utili aziendali. Dotata di un servizio di messaggistica, da circa un anno AnconAmbiente ha voluto potenziare questa App espandendola con la funzione “segnalazione degrado urbano”.

Questo nuovo servizio permette a tutti coloro che hanno visto dei rifiuti abbandonati fuori cassonetto, una discarica abusiva o qualsiasi situazione di degrado, di scattare una fotografia e postarla su Junker creando, di fatto, una segnalazione diretta all’azienda elevando, il cittadino, al ruolo di “sentinella” della pulizia nella sua città. Le segnalazioni saranno poi inserite sui piani di lavoro che l’azienda, ordinariamente, garantisce nei comuni serviti.

“Abbiamo voluto investire in innovazione con questa App – ha dichiarato Antonio Gitto Presidente di AnconAmbiente S.p.A. – nel 2018 con la ferma convinzione che i risultati, nel giro di qualche tempo, ci avrebbero dato ragione. La comunicazione di una società come AnconAmbiente non può non tenere il passo con i cambiamenti di questi ultimi anni e di come gli smartphone hanno modificato la nostra vita. Queste nuove forme di comunicazione offrono delle soluzioni tangibili che, con il passare dei mesi, non anni, coinvolgono esponenzialmente una sempre più ampia fascia della popolazione”.

“È sicuramente uno strumento efficace – ha sottolineato Roberto Rubegni Amministratore Delegato di AnconAmbiente S.p.A. – per diverse ragioni. Per i nostri utenti che hanno sempre la possibilità di avere informazioni sicure e puntuali sulla raccolta differenziata e su tutto il “mondo AnconAmbiente”, ma anche nella gestione dei servizi. Proprio con la funzione “segnalazione del degrado urbano”, infatti, riusciamo anche a facilitare il lavoro dei nostri operatori nel quotidiano che, grazie alle foto geolocalizzate riescono con semplicità ad individuare e risolvere il problema in tempi brevi e certi a tutto vantaggio dell’operatività aziendale e dei cittadini”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-08-2020 alle 17:29 sul giornale del 04 agosto 2020 - 181 letture

In questo articolo si parla di attualità, rifiuti, ancona, sassoferrato, serra de' conti, Anconambiente, junker, comunicato stampa





logoEV
logoEV