Sassoferrato: chiusura della mostra "NaturArt Park - la natura ad opera d'arte"

4' di lettura 13/11/2020 - Si è chiuso sabato 7 novembre 2020, presso lo spazio espositivo ex Pretura di Sassoferrato il progetto “NaturArt Park, la natura ad opera d’arte”, evento di sperimentazione artistica e culturale per il Patrimonio del Parco della Gola della Rossa e di Frasassi promosso da Unione Montana Esino-Frasassi ente gestore del Parco Naturale Regionale della Gola della Rossa e di Frasassi, con il sostegno di Regione Marche.

Aperta il 3 ottobre, la giornata inaugurale è stata presieduta dal presidente dell’Unione Montana dell’Esino Frasassi Ugo Pesciarelli, dal sindaco di Sassoferrato Maurizio Greci e dalla consigliera regionale Chiara Biondi, oltre che dal curatore della manifestazione, Andrea Baffoni, che ha descritto la mostra e portato in visita gli spettatori intervenuti.

La manifestazione si è svolta con successo nonostante le difficoltà poste dalla complessa situazione sanitaria, concentrandosi nell’area espositiva di Sassoferrato e rimandando al 2021 la parte in esterna che si svilupperà nel comune di Genga, come sottolineato nel testo di presentazione dal Direttore del Parco Naturale Regionale della Gola della Rossa e di Frasassi, Massimiliano Scotti.

Alla base del progetto c’è infatti la realizzazione di un’opera scultorea da collocare permanentemente nell’area del parco e attorno alla quale si svolgeranno attività artistiche collaterali. Tale scultura, dal titolo Natura-Artificio è stata presentata nella mostra insieme ad una sezione personale dell’artista.

Lo scultore individuato per questa prima edizione è l’eugubino Toni Bellucci, già attivo nell’ambito dell’arte ambientale e sensibile al rapporto tra arte e natura, la cui ricerca artistica esprime i contenuti più autentici di indagine materica e alchemica capace di entrare in diretta sinergia con il luogo e l’intero ambiente naturale del parco.

Allo scultore si sono poi affiancati giovani emergenti per i quali è stata predisposta una vera e propria residenza creativa. Un’occasione per instaurare un fruttuoso confronto fra linguaggi differenti favorendo il rapporto tra spiriti eterogenei, ma anche con le maestranze del territorio oltre che con i residenti stessi. Quattro sono gli artisti che per questa prima edizione hanno affiancato lo scultore: Giorgia Mascitti, Jacopo Pinelli, Caterina Silenzi e Nima Tayebian.

Toni Bellucci (Gubbio,Pg, 1953). Inizia la sua formazione artistica nel 1971 diplomandosi Maestro d’Arte “Sezione Legno” presso l’Istituto Statale d’Arte di Gubbio e consegue due anni dopo la maturità d’Arte Applicata “Sezione Tessuto”. Nel 1976 viene invitato da Enrico Crispolti alla Biennale d’Arte “Gubbio 76”, occasione in cui incontra Mirella Bentivoglio, con la quale instaura una costante collaborazione.

Iacopo Pinelli (Gavardo, BS, 1993). Ha conseguito la laurea biennale presso l’Accademia di Belle Arti di Macerata nel 2018, città dove attualmente vive e lavora. Tra le mostre personali più recenti si ricordano: 2019 Project room #14, Torino, galleria Davide Paludetto arte contemporanea, a cura di Alessandro Demma. 2018: Equilibri d’identità, Ancona, galleria Puccini, a cura del comune di ancona e associazione galleria Puccini.

Giorgia Mascitti (San Benedetto del Tronto, AP, 1995). Diplomata nel 2014 in Grafica Pubbli­citaria presso l’istituto d’arte O. Licini di Ascoli Piceno, ha conseguito il titolo di Laurea Triennale in Decorazione con Lode presso l’Accademia di Belle Arti di Mace­rata nel 2017, dove tutt’ora continua il percorso di studi.

Caterina Silenzi (Porto San Giorgio, FM). Ottiene il diploma di Maturità presso il liceo artistico di Porto San Giorgio. Nel 2001 si diploma all’Accademia di Belle Arti di Macerata, specializzazione scultura. Dal 2000 al 2008 viaggia tra vari paesi europei e Canada, conseguendo un dottorato in scultura e fotografia presso l’UPV di Bilbao, (Spagna) e una specializzazione in effetti speciali cinematografici, protesi e animatronica presso la Complection Make-up school di Toronto (Canada).

Nima Tayebian (San Benedetto del Tronto, AP, 1983). Dopo aver frequentato il Liceo Artistico U. Preziotti, si iscrive all'Accademia di Belle Arti Di Macerata. Successivamente prende parte a numerose mostre collettive e personali tra cui si ricordano: Sfiorando l'Orizzonte, Monteprandone, 2008; Sulla Via Dell'Arte, Ascoli Piceno, 2009; No Urban, personale pittorica al Palazzo Dei Capitani di Ascoli Piceno, 2016.

NaturArt Park
La Natura ad Opera d’Arte

Sassoferrato, Spazio ex Pretura
Chiusura della mostra

A cura di
Andrea Baffoni

Organizzazione e coordinamento
Unione Montana dell’Esino-Frasassi
Happennines Soc. Coop. & Aleste tour per
Parco Naturale Regionale della Gola della Rossa e di Frasassi


da Parco della Gola della Rossa Frasassi






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-11-2020 alle 15:30 sul giornale del 14 novembre 2020 - 279 letture

In questo articolo si parla di cultura, Parco della Gola della Rossa Frasassi, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bBSO