5 aprile 2021

3 aprile 2021






...

"La notizia degli oltre 400 esuberi da parte di Elica, con la relativa chiusura dello stabilimento di Cerreto d'Esi e la delocalizzazione del 70% delle produzioni italiane in Polonia è semplicemente inaccettabile" dichiara il Consigliere Regionale dei Civici Marche, Giacomo Rossi, dopo aver appreso del piano industriale 2021-2023 dell'azienda fabrianese leader nella produzione di cappe ad uso domestico.


...

“La Lega è dalla parte dei lavoratori e delle loro famiglie: i vertici dell’azienda, insieme ai rappresentanti delle single sindacali coinvolte, sono stati convocati dalla Giunta Regionale con massima urgenza giovedì 8 aprile”. Lo ha reso noto il Commissario della Lega Marche, Riccardo Augusto Marchetti, in seguito all’annuncio da parte di Elica di 409 esuberi su 560 operai, che sanciscono la chiusura dello stabilimento di Cerreto d’Esi, e un consistente depotenziamento del sito di Mergo, con conseguente trasferimento di gran parte della produzione in Polonia.


...

Riaprono a partire da martedì 6 aprile 2021 tutti i CentrAmbiente gestiti da AnconAmbiente nei comuni di Ancona, Cerreto d’Esi, Fabriano, Sassoferrato e Serra De' Conti a prescindere dal fatto che i territori siano inseriti in Zona Rossa o Arancione.



...

Essenziale muovere dall’obbiettivo del programma: favorire l'inserimento o il reinserimento lavorativo di persone inoccupate e/o disoccupate attraverso dei percorsi di accompagnamento personalizzati, a seguito della presa in carico del Centro di Ascolto Diocesano e la Pastorale del Lavoro con una particolare attenzione rivolta a coloro che vivono in condizione di vulnerabilità e disagio socio-economico.


...

Un nuovo incubo per centinaia di lavoratori del fabrianese sta diventando realtà: una grande azienda di quel territorio, ha annunciato che sposterà quasi tutta la produzione in altri paesi. Significa lasciare senza lavoro oltre 400 dipendenti su poco più di 500.


2 aprile 2021



...

Arriva in Parlamento la vicenda degli stabilimenti marchigiani del Gruppo Elica, che ha annunciato la delocalizzazione in Polonia con la perdita di 4-500 posti di lavoro. Il caso è stato sollevato giovedì mattina dalla deputata del Pd Alessia Morani, che ha chiesto l'intervento urgente dei ministri del Lavoro Andrea Orlando e dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti.


...

L’annuncio di 400 esuberi su 560 dipendenti negli stabilimenti di Mergo e Cerreto d’Esi di Elica Spa, conseguenza della decisione presa dall'azienda di delocalizzare in Polonia le linee produttive a maggiore standardizzazione, rischia di aprire una nuova e devastante crisi sociale nell’area del fabrianese.



...

Come tutti a Fabriano abbiamo appreso nella giornata di mercoledì di quanto sta accadendo all’interno dell’Elica ed il primo pensiero va a tutte le famiglie che riescono a tirare avanti grazie a quello stipendio. Esprimiamo tutta la solidarietà a tutti coloro coinvolti in questa ennesima tragedia economica che si sta abbattendo sul nostro già martoriato territorio. Ma non vorremmo perderci in sterili proclami, non è nelle nostre corde.



...

E’ impensabile per l’area montana dover accettare una nuova crisi di questa portata. Tutte le istituzioni, da quella regionale a quella nazionale devono concorrere alla ricerca di soluzioni che salvaguardino i lavoratori e soluzioni a sostegno dei processi produttivi da mantenere in questo territorio; la delocalizzazione non è stata mai una soluzione reale ai problemi economici ma ricerca del profitto.


...

E’ inaccettabile l’annuncio fatto dal Gruppo Elica di Fabriano per il sito di Cerreto d’Esi in provincia di Ancona, che ci ha comunicato 400 esuberi su 600, con il trasferimento delle produzioni di bassa gamma e delle linee produttive nello stabilimento di Jelcz-Laskowice in Polonia e l'integrazione nel plant di Mergo dell'attività di alta gamma del sito di Cerreto.


...

Giovedì 1 aprile 2021 si sono incontrati in videocall CGIL, CISL, UIL, Berionni, Cocco e Sabbatini del territorio di Fabriano, FIM, FIOM, UILM provinciali, Santoni, Pullini e Gentilucci ed i Sindaci Santarelli, Greci, Filipponi, Grillini, Borri, Possanzini, Cerioni, Badiali, Sassi, Baldini rispettivamente dei Comuni di Fabriano, Sassoferrato, Genga, Cerreto D’Esi, Serra San Quirico, Mergo, Cupramontana, Castelplanio, Rosora e Matelica ed il Presidente del Unione Montana Esino Frasassi Pesciarelli, in seguito all’incontro avvenuto mercoledì tra il Gruppo ELICA ed i rappresentati dei metalmeccanici.



...

Appena due mesi fa con la solita prosopopea da “capitano coraggioso” che sfida i marosi del mercato e lancia la sua azienda verso la modernità, il padrone dell’ Elica, Casoli, annunciava la prossima edizione di un nuovo piano strategico per rilanciare l’azienda chiedendo al sindacato un “patto tra produttori” che avrebbe garantito la stabilità occupazionale e prosperità per il territorio.



...

«La delocalizzazione non può essere la risposta, soprattutto in questi momenti». Il commento del Presidente della Provincia di Ancona Luigi Cerioni che giovedì mattina ha raggiunto uno degli stabilimenti dell’Elica per unirsi al presidio del lavoratori e dei sindacati all’indomani della comunicazione aziendale sull’impatto occupazionale complessivo di circa 400 persone negli stabilimenti di Mergo e Cerreto d’Esi.


1 aprile 2021


...

Gli uomini dell’Arma di Fabriano, nel corso dei consueti controlli effettuati nel territorio, raggiunto un luogo della periferia nord della città, hanno individuato un'auto con a bordo due uomini, un 40enne ed un 50enne, entrambi fabrianesi, per altro già noti alle forze dell’ordine, parcheggiata vicino ad una villetta di solito utilizzata per le vacanze estive dai proprietari che risiedono fuori dalle Marche.







...

I primi della tradizione, rigorosamente fatti a mano, le sue carni tenerissime e sopraffine, tutte a chilometri zero e preparate con amore e sapienza per esaltarne gusto e fragranza, il pesce sempre fresco cucinato con eccezionale maestria e i salumi e i formaggi locali che Dany propone, offrono esperienze culinarie uniche.



31 marzo 2021