Orte - Falconara, Confcommercio: "No alla variante, sì all'avvio dei lavori"

binari 1' di lettura 19/01/2021 - Dopo anni di attesa, il raddoppio e relativo completamento della tratta ferroviaria Orte-Falconara, tra le opere inserite nel Recovery Plan approvato dal Consiglio dei ministri, potrebbe ora diventare realtà. A patto che non si perseguano strade tortuose che allontanerebbero nel tempo, forse per sempre, un’opera giudicata da tutti strategica per il collegamento di persone e merci.

Così, Confcommercio di Gualdo Tadino sostiene la linea espressa dai sindaci della fascia che interessa i Comuni da Fossato di Vico a Valtopina, che difendono il tracciato già esistente ed immediatamente cantierabile, rigettando fermamente ogni ipotesi di variante.

“Nessuna variante tra Foligno e Fossato di Vico”: è la posizione del direttivo della Confcommercio di Gualdo Tadino.

“Noi crediamo che ci sia invece la necessità che il progetto iniziale venga implementato”, argomenta il presidente di Confcommercio Gualdo Tadino Aurelio Pucci.

“Visto il perdurare della crisi economica in cui versano le aziende della nostra fascia appenninica, aggravato dalla stato di emergenza epidemiologica da covid-19, la realizzazione di una linea ferroviaria veloce a servizio delle imprese e dei cittadini verrebbe a rappresentare un tassello fondamentale per la ripartenza della nostra economia e la circolazione delle persone.

Confidiamo, quindi, che l’opera sia immediatamente cantierabile secondo il tracciato già esistente e nel pieno rispetto del progetto di realizzazione già da tempo individuato. I nostri Comuni – conclude il presidente di Confcommercio Gualdo Tadino – non possono perdere questa occasione straordinaria”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-01-2021 alle 11:30 sul giornale del 20 gennaio 2021 - 123 letture

In questo articolo si parla di attualità, confcommercio, comunicato stampa, Confcommercio Umbria

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bJ6r





logoEV