Sindacati: "I nostri eroi stanchi, delusi e arrabbiati. Area Vasta 2 nel "caos" "

ospedale coronavirus 4' di lettura 22/02/2021 - Le scriventi Segreterie Provinciali UIL FPL e FSI USAE si fanno porta voci del personale dipendente stanco deluso ed arrabbiato che con spirito di altruismo ha affrontato sia la prima che la seconda fase della pandemia derivante dal COVID e si sente stanco, arrabbiato e deluso di essere preso in giro da questa Direzione AV 2 ASUR in primis.

Entrando nel merito le motivazioni dello “scontento” sempre più diffuso dei dipendenti e delle Organizzazioni Sindacali che li rappresentano derivano dalla assoluta mancanza di relazioni sindacali operata dalla Direzione di Area Vasta 2 che in maniera ostinata e prolungata nel tempo in quanto non esiste un minimo di confronto come previsto dal contratto di lavoro e dalle norme di un buon andamento tra le OO.SS e le Amministrazioni al fine di rappresentare e tutelare i diritti dei dipendenti.

Gli incontri annuali si contano si e no sulla dita di una mano e nel contempo assistiamo a disposizioni unilaterali, a diktat e norme senza un minimo di confronto. Le problematiche sono tantissime e vanno dalla carenza cronica più volte rappresentata dalle Organizzazioni Sindacali , personale deputato all’assistenza nei vari Reparti e Servizi alla non sostituzione del personale amministrativo cessato a vario titolo, salvo assunzioni di questo specifico personale espletate quasi unicamente nella AV2 a tutto vantaggio del carrozzone o ministero ASUR.

Gravissimo il fatto non aver dotato di potestà giuridica le 5 Aree Vaste, creando di fatto un depauperamento nei territori (le Aree Vaste appunto) accentrando il tutto senza conoscere le effettive necessità se non adottando provvedimenti ragioneristici di bilancio e privatizzando sempre di più il sistema salute. Abbiamo assistito alle assunzioni di Infermieri con compiti di Infermiere di famiglia che poi sono destinati a reparti e servizi anziché alla specifica funzione per cui sono stati assunti , alla mancanza di procedure di mobilità interna che ripetutamente sono state chieste alla Direzione di Area Vasta 2, assistiamo a provvedimenti di comando del personale del tutto clientelari in quanto privi della specifica competenza prevista dall’art. 56 del T.U. degli impiegati civili dello stato e in presenza di graduatorie utili, circuendo le norme e gli accordi per la mobilità del personale, alla assegnazione di personale Operatori Socio Sanitari, anziché nei Reparti a garantire l’attività assistenziale, presso la centrale radio del 118, alla mancanza reiterata di confronto sulla questione delle dotazioni organiche necessarie a garantire i servizi assistenziali, agli incarichi di coordinamento, agli incarichi di funzione e di organizzazione, alle procedure di selezione e tantissime altre questioni, ai mancati riscontri alle richieste e alle contestazione e alla corresponsione economica al personale a seguito degli accordi sottoscritti decentrati in materia di pandemia .

Lunga è la lista di inadempienze di questa Area Vasta 2 e del silenzio assordante di chi dovrebbe garantire un sistema relazioni sindacali corretto e funzionale alla buona organizzazione della pubblica amministrazione e dei servizi sanitari , apprendiamo con sconcerto che con provvedimenti ASUR AV 2 sono state emanate le direttive per quanto riguarda le spese del personale per l’anno 2021 ( che sembrerebbe essere fuori controllo) con un ulteriore monopolizzazione e ingessatura al sistema e la mancanza di fondi per garantire al personale le prestazioni aggiuntive legate alla vaccinazione di massa della popolazione e alla prosecuzione degli screening di massa con la incertezza dello stanziamento di risorse economiche, per cui la Direzione Generale ASUR e Area Vasta 2 hanno ben pensato di attingere ai fondi del personale relativi allo straordinario, pronta disponibilità e produttività escludendo alcune figure come gli Amministrativi, Operatori Socio Sanitari e gli Autisti di Ambulanza.

Il richiamo forte che le Organizzazioni Sindacali della UIL FPL Territorio di Ancona e FSI USAE lanciano alle istituzioni del governo regionale marchigiano congiuntamente alle altre forze sindacali è proprio quello di ristabilire corrette, trasparenti relazioni sindacali anche in virtù del fatto che il personale dipendente è più che stanco di subire e assistere tutti i giorni inerme al “ caos “ di decisioni unilaterali operate da questa Direzione di Area Vasta 2.

da UIL FPL - FSI USAE






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-02-2021 alle 09:20 sul giornale del 23 febbraio 2021 - 151 letture

In questo articolo si parla di attualità, sindacati, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bPbR