Lupini (M5S): “Vertenza ELICA, perchè Giorgetti resta in silenzio? Convocare subito tavolo di crisi”

1' di lettura 09/04/2021 - Grande preoccupazione per la vertenza ELICA: continua il silenzio del Ministro Giorgetti, pressato da più parti per aprire un Tavolo di Crisi, mentre in Regione si è consumato un incontro infruttuoso con il Presidente Acquaroli e gli assessori Aguzzi e Latini.

L'azienda ha ribadito la sua volontà di procedere con la chiusura di Cerreto d'Esi, la delocalizzazione in Polonia e il licenziamento di oltre 400 dipendenti: sulla vicenda, torna Simona Lupini, consigliera regionale 5 stelle, che chiama in causa proprio il titolare del MISE.

"Come temevo, l’incontro è stato un nulla di fatto: ELICA ha ribadito le sue ragioni, e lasciato anche intendere che il licenziamento di oltre 400 operai sia fondamentale per tutelare il lavoro degli impiegati del gruppo" è il commento preoccupato di Simona Lupini, consigliera regionale "La vertenza ELICA non può che essere portata a livello nazionale: quando una multinazionale, perchè tale è ELICA, minaccia di chiudere uno stabilimento con un impatto occupazionale di questa portata, il Ministero dello Sviluppo Economico deve scendere in campo".

E sotto tiro è proprio il silenzio del MISE, che di recente è passato sotto la guida del leghista Giorgetti: "Ho scritto al ministro Giorgetti una settimana fa, ma finora dal Ministero non è uscito nemmeno un comunicato stampa. Ai lavoratori e alle loro famiglie servono risposte, immediatamente: Ministro, non c'è tempo da perdere, convochi immediatamente il Tavolo di Crisi!" è l'appello della consigliera regionale 5 stelle, che continuerà a seguire da vicino la questione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-04-2021 alle 13:08 sul giornale del 10 aprile 2021 - 138 letture

In questo articolo si parla di politica, Movimento 5 Stelle, M5S, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bWHd