L’Avis, ospite del liceo classico “F. Stelluti” illustra il bando per le borse di studio e spiega l’importanza del dono del sangue

2' di lettura 04/06/2021 - Dopo il rinnovo del Direttivo e l’elezione del Presidente, Sebastiano Paglialunga, l’Avis della città si è messo subito in movimento per promuovere le sue attività. Grazie all’invito della professoressa Franca Riccioni, il vice presidente Luciano Bano, di recente elezione come Tesoriere, ha illustrato ad alcune classi del quinto anno del Liceo Classico “F.Stelluti” le peculiarità del bando per l’oramai tradizionale conferimento di dodici borse di studio a neo diplomati delle Scuole Secondarie di 2° grado della Città, per l’anno scolastico 2020/2021.

Altrettanto impegno, il bando prevede per gli studenti meritevoli di ogni Istituto Superiore di 2° grado nelle altre Comunali di Cerreto D’esi, Genga e Serra San Quirico. La domanda di partecipazione contenente l'autocertificazione della votazione di Diploma Superiore dovrà pervenire entro il 30/09/2021 e potrà essere consegnata direttamente alla sede AVIS di appartenenza oppure all' AVIS di Fabriano o spedita tramite Raccomandata A/R (farà fede la data del timbro postale). Il modulo di adesione è reperibile presso le segreterie delle scuole o presso le rispettive sedi Avis e può anche essere scaricato dal sito www.avisfabriano.it così come ogni iinformazione potrò essere ricevuta telefonando al 0732/21959 393 4773996 o scrivendo alla e-mail:info@avisfabriano.com

Terminata la spiegazione di questo prossimo appuntamento, oramai consolidato quanto atteso, il vice presidente Bano, alla presenza delle professoresse Riccioni e Franca Testa, ha spiegato agli studenti, interessati e attenti all’argomento tanto da aver posto poi diverse domande, come si diventa donatori, che controlli e analisi si fanno, come si dona il sangue e come è organizzata l'Avis, facendo così scoprire ai maturandi quali sono i requisiti richiesti per cominciare a donare il sangue, come farlo e quali vantaggi ha il donatore, su tutto la prevenzione. “L’Associazione Volontari Italiani del Sangue – ha concluso Bano - è un’associazione privata, senza scopo di lucro, che persegue un fine di interesse pubblico per garantire un’adeguata disponibilità di sangue e dei suoi emocomponenti a tutti i pazienti che ne abbiano necessità. Fonda la sua attività sui principi della democrazia, della libera partecipazione sociale e sul volontariato, quale elemento centrale e insostituibile di solidarietà umana. Vi possono aderire tutti coloro che hanno intenzione di donare volontariamente, anonimamente, periodicamente e gratuitamente il proprio sangue, ma anche chi, non potendo compiere questo gesto perché non idoneo, desideri collaborare gratuitamente a tutte le attività di promozione e organizzazione.”








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-06-2021 alle 19:31 sul giornale del 05 giugno 2021 - 134 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, fabriano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b5UC