Confartigianato a confronto con Acquaroli: "Serve una squadra unita, come la Nazionale del nostro CT"

4' di lettura 11/06/2021 - Costruzione di adeguate sinergie per la ripartenza, attenzione al sostegno alle imprese in questa fase delicata, e interventi mirati per il rilancio del turismo, con la valorizzazione delle ricchezze del territorio: questi alcuni dei temi al centro del confronto tra i dirigenti Confartigianato e il Presidente Francesco Acquaroli al Consiglio Direttivo di Confartigianato Ancona – Pesaro e Urbino, tenutosi giovedì sera presso il Centro Direzionale Confartigianato di Ancona.

Tra le altre questioni di cui si è dibattuto, anche la nuova normativa in materia di sviluppo dell'artigianato marchigiano, in fase di approvazione, che aggiorna la precedente legge e alla cui definizione Confartigianato ha contribuito attivamente, indicando alla Regione le proprie proposte, adeguate al contesto economico e ai bisogni attuali delle imprese.

“Un’occasione fondamentale di confronto per progettare insieme la ripartenza – ha dichiarato il Presidente di Confartigianato, Graziano Sabbatini - le imprese hanno resistito con grande impegno e dedizione ai mesi più terribili della pandemia, affrontando difficoltà di ogni tipo. I nostri imprenditori ora hanno voglia di fare e di lavorare, sono la ricchezza di questo territorio: per questo bisogna puntare a interventi decisi a sostegno delle attività, per favorire l’innovazione del nostro tessuto imprenditoriale, la spinta alla digitalizzazione e per incentivare lo sviluppo delle infrastrutture materiali e immateriali, favorendo la competitività delle nostre attività produttive sul mercato”.

“Torniamo a un Consiglio Direttivo, l’organismo rappresentativo della Confartigianato, in presenza dopo mesi di appuntamenti online – ha aggiunto il Segretario Marco Pierpaoli – e questo è già un segnale importante di cambiamento. Il confronto diretto con il Presidente è per noi di grande valore, perché portiamo le istanze degli imprenditori del nostro territorio all’attenzione dell’amministrazione. Alla Regione chiediamo di fare squadra, come insegna la Nazionale del nostro CT Roberto Mancini; abbiamo bisogno che Acquaroli e i suoi Assessori siano vicini alle imprese, anche per proseguire l’importante lavoro di promozione turistica avviato, non a caso puntando proprio sul Testimonial Mancini, per rendere la nostra regione ancora più attrattiva per i flussi turistici esteri”. Sul fronte vaccinazioni “le Marche sono tornate a essere un’eccellenza, grazie alla campagna ben gestita dalla Regione – ha sottolineato Pierpaoli – e ci siamo impegnati in prima linea anche noi, sottoscrivendo un accordo con Federfarma Marche per la somministrazione a imprenditori e lavoratori nelle farmacie. Bisogna continuare su questa strada, perché le nostre imprese hanno bisogno di tornare a lavorare a pieno regime il prima possibile”.

Tra le istanze portate all’attenzione del Presidente Acquaroli dagli imprenditori durante il dibattito, la questione della proroga della moratoria per le imprese e le opportunità del credito. I numerosi intervenuti hanno ribadito la necessità di continuare a sostenere il lavoro dei Confidi, oltre all'esigenza di creare bandi con erogazioni più rapide di contributi alle imprese e destinati sia alle start up, sia al sostegno delle attività produttive che hanno scelto di rimanere a presidio dei piccoli territori, nonostante le difficoltà create dall’emergenza sanitaria, svolgendo una vera e propria funzione di presidio sociale.

Sul tavolo del confronto Confartigianato - Regione Marche anche la spinta all’internazionalizzazione e il sostegno alle imprese per le iniziative di export, l’attenzione al problema del rincaro dei prezzi delle materie prime, con un focus sul prezziario regionale, la spinta a un maggiore sviluppo dell’intermodalità come volano dell’economia territoriale e la necessità del completamento degli interventi sulle principali infrastrutture locali di interesse, tra cui porto di Ancona, interporto, alta velocità e le maggiori arterie stradali con cantieri ancora aperti, come la Fano-Grosseto. Infine, l’attenzione al miglioramento della sanità territoriale e alla medicina di prossimità.

Dalla Regione, piena disponibilità alla concertazione e al confronto. In particolare, il Presidente Acquaroli ha proposto l’apertura di tavoli di confronto periodici con l’Associazione e gli imprenditori, affinché possano essere segnalate all’amministrazione priorità specifiche, possano essere elaborati assieme bandi e opportunità di credito rispondenti alle reali esigenze delle imprese e per costruire un lavoro di sinergia sempre più proficuo, nell’ottica della collaborazione tra istituzione regionale e rappresentanti dell’economia locale per lo sviluppo del territorio.


da Confartigianato Imprese
Ancona - Pesaro e Urbino







Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 11-06-2021 alle 16:12 sul giornale del 12 giugno 2021 - 135 letture

In questo articolo si parla di confartigianato, economia, imprese, urbino, ancona, pubbliredazionale, pesaro, pesaro e urbino, confartigianato imprese

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b6Vh





logoEV