Sassoferrato: abbandono di rifiuti speciali pericolosi, denunciato un imprenditore di Mondolfo

1' di lettura 29/06/2021 - Dopo alcune settimane di indagini seguite alle segnalazioni dei cittadini circa l'abbandono di rifiuti in località Col di Cardi, vicino la frazione Monterosso di Sassoferrato, che avevano portato all’immediato sequestro dell’area, la Stazione Carabinieri Forestale di Sassoferrato, con la Stazione Carabinieri Forestale di Cartoceto, ha denunciato per abbandono di rifiuti speciali pericolosi il titolare di una piccola impresa di Mondolfo, dedita tra l’altro alla posa di pavimenti in legno.

L’uomo avrebbe abbandonato, nella serata dello scorso 7 maggio, alcuni sacchi contenenti ritagli di parquet, imballaggi vari e bidoni di colla bicomponente provenienti da un cantiere di Pesaro in cui stava lavorando la sua ditta, ai margini del bellissimo bosco di Aia del Piano, famoso in tutta la regione per i suoi tartufi.

Inoltre l’uomo, messo alle strette dai Forestali, ha ammesso di aver smaltito illecitamente il restante materiale consegnandolo come fossero semplici rifiuti domestici, al servizio di raccolta porta a porta. Ora l’uomo, che dovrà bonificare l’area, rischia l’arresto fino a due anni e l’ammenda fino a 26 mila euro.








Questo è un articolo pubblicato il 29-06-2021 alle 12:26 sul giornale del 30 giugno 2021 - 410 letture

In questo articolo si parla di cronaca, mondolfo, redazione, sassoferrato, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b9mn





logoEV