Imprenditoria femminile: come ottenere un finanziamento a fondo perduto nel 2021

preso da qui https://finanzafacile.net/imprenditoria-femminile-fondo-perduto-come-e-dove-trovare-finanziamenti/ 3' di lettura 19/07/2021 - Sono diversi i fondi che, sia a livello nazionale che europeo, sono stati predisposti per favorire l'imprenditoria femminile. Si tratta di una realtà sempre più preponderante che, anche in questo 2021, riceve benefici specifici a seconda della tipologia e degli obiettivi.

Ovviamente esistono parametri ben precisi per essere inserite in un'azienda di tale categoria: ad esempio, in una società, sia essa cooperativa o di persone, occorre che più della metà dei componenti siano donne; sono invece necessari due terzi di rappresentanza femminile nei consigli di amministrazione delle società di capitali. Tra le soluzioni proposte si inseriscono i finanziamenti a fondo perduto per imprenditoria femminile pensati per aiutare le donne a far crescere o ad aprire la propria attività.

I vari tipi di finanziamento

Nuove imprese a tasso zero si rivolge alle nuove aziende create da giovani fino a 35 anni ma, nel caso di imprenditoria al femminile, il limite di età non è più previsto. Di recente, il nome di questo tipo di finanziamento è cambiato in "Oltre Nuove Imprese a Tasso Zero" perché grazie alle nuove norme introdotte potranno beneficiarne anche aziende che siano aperte da più di tre anni: in tal modo, il Ministero dello Sviluppo Economico cerca di favorire nuovi progetti e iniziative anche in seno a ditte meno giovani. I settori di riferimento sono quelli manifatturiero, del turismo, del commercio o dei servizi in generale.

Agevolazioni che arrivano a circa un milione e mezzo di euro sono quelle relative al progetto Smart e Start che, proprio come suggerisce il nome, è dedicato in particolar modo alle start-up al femminile dislocate in determinati paesi del sud Italia, con agevolazioni a fondo perduto che coprono fino al 30% di tutte le spese. Invitalia, ovvero l'Agenzia Nazionale per l'Attrazione degli Investimenti e lo Sviluppo d'Impresa, eroga a tali ditte finanziamenti tra i 100 mila e gli 1,5 milioni di euro a tasso zero per tutte coloro che decidano di aprirsi la strada nell'innovazione scientifica e tecnologica.

Arriva fino all'80% di copertura della spesa, invece, il Fondo di Garanzia riservato alle imprese femminili che può essere erogata sia in forma diretta che per mezzo di banche o altri istituti di credito, mentre è al 35% a fondo perduto la Resto al Sud, atta ad agevolare le imprese di questa parte d'Italia che decidano di non spostarsi in zone più favorevoli. Le regioni incluse sono l'Abruzzo, la Campania, la Basilicata, il Molise, la Calabria, la Puglia, la Sardegna e la Sicilia e il limite di età per le imprenditrici che intendano fare domanda è 46 anni.

Imprenditrici oggi è, invece, un'iniziativa che viene direttamente dal Ministero delle Pari Opportunità e consente di ottenere finanziamenti statali che arrivano anche all'80% o comunque con tassi agevolati in fase di prestito. Oltre alla tipologia di azienda, non esistono altri limiti, come ad esempio quello di età.

Come accedere ai finanziamenti

Con la Legge di Bilancio 2021 si stanno cercando di favorire anche le imprese che decidano di assumere personale femminile (con sgravi fiscali che possono arrivare fino a ben il 100%), o le ditte individuali sorrette da donne precedentemente disoccupate.

In ogni caso, occorre individuare precisamente la propria categoria al fine di ottenere l'agevolazione giusta e ciò è possibile solo studiando bene i singoli bandi e rimanendo aggiornati sulle ultime news in merito alle nuove predisposizioni. Sarà indispensabile stabilire innanzitutto le proprie necessità, che possono riguardare l'avvio di una start-up oppure quella di espandersi in un determinato settore, acquistando macchinari, materiali o assumendo nuovo personale. Successivamente, sarà prioritario presentare tutta la documentazione richiesta nei tempi previsti senza dimenticare nulla e con la massima professionalità possibile.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-07-2021 alle 22:21 sul giornale del 20 luglio 2021 - 176 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ca78





logoEV
logoEV