Ruzzola: Ancona vola in alto con Tamberi, Fabriano tira lontano con Mercanti

5' di lettura 03/08/2021 - La Provincia marchigiana in questo periodo riflette di luce dorata. Non si è spenta l’onda lunga della vittoria della nazionale di calcio del Mancio jesino, che Gianmarco Tamberi ci ha riempito d’orgoglio con un oro olimpico, mai accaduto prima con la disciplina del salto in alto.

L’accostamento rischia di essere irriverente pensando ad uno sport pur sempre tradizionale, ma povero come la ruzzola. Proprio sabato e domenica scorsa si è disputato a Genga e Fabriano il 64” campionato di ruzzola singolo organizzato magistralmente dalla Polisportiva Marischio sotto la preziosa egida della Figest.Sotto un sole cocente ben 224 atleti provenienti dalle Regioni del Centro Italia, nelle 3 categorie A,B e C, si sono sfidati il sabato in due manches combattutissime che hanno portato 20 atleti alle semifinali della domenica mattina seguite poi dall’atto conclusivo: la finale per decretare il campione 2021.

Mi sembra doveroso ripercorrere a ritroso nel tempo qualche avvenimento dei nostri atleti marchigiani. 13 Settembre 2020 a Pieve Torina,il venticinquenne atleta di Pergola, Luca Massi vince il campionato italiano specialità ruzzola, al secondo posto Roberto Mercanti da Fabriano. Si festeggia un nuovo fenomeno come è giusto che sia per una vittoria strameritata e magari si può pensare che qualche bravo atleta per alzare il trofeo piu’ grande, dovrà fare quel gesto con quelli in casa vinti in passato. Domenica 1 Agosto, gara finale della categoria A, dopo il settimo tiro Luca Massi conduce nettamente la gara sugli altri 9 concorrenti e sembra destinato a bissare la vittoria dello scorso anno.

Ma in questo sport (e questo è anche il bello) l’imprevisto è sempre in agguato ed accade che l’atleta fabrianese che gioca in casa effettua un lancio di rara precisione sulla strada che va in leggera salita. La ruzzola percorre un lungo tratto di strada (e sarebbe già un bel lancio se si arrestasse li, ma sfrega appena sul terreno rialzato che delimita la strada, prosegue per la breve discesa di una ventina di metri superando un ponte (ribattezzato il ponte del miracoli) e riprende la sua corsa in salita arrivando a svoltare in una curva tra lo stupore generale, sia dei giocatori che del numerosissimo pubblico stipato lungo il percorso. Un tiro stratosferico che neanche i piu’ anziani presenti ricordavano a memoria d’uomo. Gli avversari provano a riprendersi dallo shock ed effettuano i loro lanci. Da ottavo si ritrova in un attimo al comando della truppa degli aspiranti campioni.

Ma non finisce qui perchè Roberto ha ancora un’altra freccia nel suo arco, e che freccia!!!!!!!! Sferra il nono tiro di rara precisione e potenza e se per l’ottavo lancio, vogliamo metterci una certa dose di fortuna, sul penultimo lancio c’è solo da battere le mani al grande tassista fabrianese dai modi sempre educati e gentili. Gli altri atleti effettuano il loro ultimo lancio ma addirittura lui non ha bisogno di effettuare il suo decimo tiro in quanto la ruzzola di Luca Massi (che arriverà secondo) è situata a soli 2 metri da quella di Roberto. Quindi nell’anno 2021 Mercanti Roberto Campione Figest, Luca Massi conquista una piazza d’onore un po’ amara ma sempre un ottimo risultato se davanti si piazza il Mercanti.

Lui nato nel 1964, ha un palmares da spavento.Negli ultimi quindici giorni, per impegni ha dovuto saltare una finale di singolo Uisp, ha vinto il campionato Figest a Coppie con Bianchi Samuele e vinto il titolo Figest 2021 Intanto nel 1996, anno del suo matrimonio, vince il suo primo titolo italiano, Figest, poi 2009 Uisp ed appunto 2021 figest. Questa del 2021 è la 31” finale che lui ha disputato (16” figest). Annovera anche 5 secondi posti: 2008 e 2020 figest, 1992, 2013, 2018 uisp. Giusto per completare la sua bacheca il nostro campione ci ricorda di aver vinto anche 4 campionati italiani a squadre e 2 nella specialità rulletto. Per la cronaca a seguire si sono classificati: Galdenzi Angelo, Massini Simone, Papi Gianni, Cordini Gino, Monterubbianesi Maurizio, Passeri Alessio, Gambini Paolo e Pandolfi Roberto.

A riprova che non vale piu’ il detto “nemo profeta in Patria, Ceccacci Davide di Genga ha vinto meritatamente il titolo nella categoria b. Dopo aver superato brillantemente le eliminatorie del sabato, ha effettuato una semifinale di alto livello, ma come si sa ad ogni gara si ricomincia sempre da zero. Per quasi tutta la gara, infatti, il predestinato alla vittoria sembrava Venanzi Luigino, ma il buon Davide stavolta ha fatto il Golia e con un ultimo lancio ben calibrato ha fatto percorrere alla ruzzola molta strada e nel finale ha anche imboccato e superato un piccolo ponte. L’atleta arceviese Venanzi poteva lanciare in una posizione di vantaggio rispetto a Ceccacci, ma quest’anno era destino che il titolo rimanesse in casa, a Fabriano ed a Genga. Ma nessuna recriminazione da parte degli atleti della Categoria B, che hanno riconosciuto la bravura e la superiorità di Davide Ceccacci che come i suoi avversari che hanno disputato la finale, il prossimo anno si ritroveranno a gareggiare nella massima serie. Una batteria composta da 8 giocatori di Ancona sul totale di 10. Piazza d’onore per Sabbatini Giliano di Senigallia seguito dallo jesino Barboni Giuliano, poi Conti Stefano, Venanzi Luigino, Marasca Paolo, Nazzarelli Matteo, Franceschetti Avio, Massi Alberto e Trombetta Angelo.

Nella categoria C, l’esperto e favorito Ferroni Bruno porta a Siena il titolo 2021, seguito da Costantini Francesco di Macerata, Simonetti Leonello di Arcevia, Battestini Mario, Magini Pierino, Gerli Marco, Del Bianco Giustino, Biondi Graziano, Papi Federico e Pericoli Marco. Soddisfatto per la riuscita della manifestazione il Presidente di specialità Mauro Sabbatini, che oltre agli atleti ha ringraziato tutti quelli che si sono prestati a fare i giudici di gara e la Polisportiva Marischio per come sia sia prodigata per la organizzazione dell’importante evento. Doveroso anche un minuto di raccoglimento in memoria del povero Lepri grande uomo e grande giocatore fabrianese, scomparso lo scorso anno.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-08-2021 alle 19:57 sul giornale del 04 agosto 2021 - 297 letture

In questo articolo si parla di sport, giancarlo rossi, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cdmp





logoEV