Come prendersi cura e fare manutenzione alle abitazioni in legno?

3' di lettura 22/10/2021 - Se ti stai chiedendo come si fa a prendersi cura e fare manutenzione alle abitazioni in legno, beh.. Sei nel posto giusto!

In questo articolo cercheremo di spiegarti in dettaglio come fare manutenzione alle abitazioni in legno, affinché tu possa coccolare la tua e renderla il più longeva possibile.

Come fare manutenzione alle abitazioni in legno

Fare manutenzione alle abitazioni in legno è un aspetto molto importante da considerare, sia che tu sia in procinto di acquistare una casa su misura in legno, sia che tu ne abbia già una. Infatti, una buona manutenzione ti permetterà di allungare la vita alla tua casetta, oltre ad evitare che si creino problemi “irrecuperabili”; ad esempio, se non controlli periodicamente le grondaie, potrebbero formarsi infiltrazioni, nidi di uccelli, ristagni d’acqua e fogliame.

Qualora decidessi di sottovalutare l’aspetto della manutenzione delle abitazioni in legno, significherebbe alzarsi una mattina e ritrovarsi con una grossa gatta da pelare: potresti dover recuperare una porzione di pavimento che sta marcendo o una grande chiazza di muffa, il che non sarebbe bello e ti costerebbe parecchio.

Ma allora, come prendersi cura della propria casetta ed evitare tutto ciò?

Manutenzione ordinaria e straordinaria delle abitazioni in legno

La manutenzione delle abitazioni in legno si suddivide in: ordinaria e straordinaria.

La manutenzione ordinaria va svolta diverse volte l’anno e consiste in:

  • Controllo delle superfici: questa operazione va svolta almeno due volte l’anno, in genere in primavera ed in autunno, e consiste nel controllare che non ci siano infiltrazioni né ristagni d’acqua, eventuali nidi d’uccello e fogliame nelle grondaie, muffa, funghi ed umidità nel sottotetto;

  • Pulizie di primavera: anch’esse vanno svolte almeno due volte l’anno, esse consistono nell’aprire tutte le finestre per arieggiare i locali e nella pulizia delle superfici della casa con dei detergenti delicati per il legno.

Per fare una buona pulizia nelle superfici (quali pareti e pavimento) dovresti munirti di: panno antistatico per rimuovere la polvere, detergente liquido neutro per legno ed un mocio piatto per lavare il pavimento.

Per quanto riguarda la manutenzione straordinaria, ossia delle operazioni che vanno svolte sporadicamente, consiste in:

  • Verniciatura delle pareti esterne della casa: questa va svolta ogni 3-5 anni, a seconda di quanto è esposta la struttura a sole, vento ed acqua. La vernice, l’impregnante e lo smalto proteggeranno il legno dagli agenti atmosferici e gli permetteranno di vivere a lungo;

  • Stuccare crepe e fori: per evitare le perdite d’aria, mantenere un microclima interno ideale durante tutto l’anno ed evitare che la struttura si danneggi, è necessario stuccare eventuali crepe e fori. Puoi svolgere questa attività (in maniera “profonda”) quando decidi di riverniciare la struttura, prima di applicare la vernice e l’impregnante, oppure, nel caso di piccole crepe o piccoli fori, puoi intervenire quando serve.

Ricorda che per verificare se è il momento giusto per riverniciare la struttura devi: spruzzare un po’ d’acqua sul pannello di legno, se l’acqua cola verso il basso, allora la vernice tiene ancora, altrimenti, se l’acqua viene assorbita dal legno, dovrai procedere con la verniciatura (perché quella vecchia non protegge più il legno).






Questo è un articolo pubblicato il 22-10-2021 alle 11:54 sul giornale del 22 ottobre 2021 - 9 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cpRn





logoEV
logoEV