statistiche sito

Carabinieri sventano truffa a imprenditore della città

carabinieri 1' di lettura 29/10/2021 - Protagonista un imprenditore di Fabriano di 37 anni che dal pc della sua azienda ha effettuato un bonifico a un suo fornitore. Ha scritto correttamente iban e invia oltre 25mila euro, per altro continuano le indagini per individuare chi manovrava il conto corrente dove effettivamente sono finiti i soldi.

Procediamo con ordine e entriamo nel merito di questa truffa scoperta con restituzione di soldi.

L'imprenditore dopo il bonifico al fornitore che poco dopo, lo contatta in quanto non aveva ricevuto nulla. Così l’imprenditore stampa la ricevuta e nota che l’iban era diverso, un iban mai scritto prima. D’urgenza, quindi, si reca dai carabinieri per sporgere denuncia in quanto c’era il sospetto che un virus aveva reindirizzato il bonifico in un altro conto corrente, tramite altro iban.

I carabinieri si mettono subito al lavoro, risalgono all’istituto di credito e all’intestatario del conto (poi sentito dai militari e ignaro di tutto). Viene subito applicato il blocco della transazione tramite iniziativa di polizia giudiziaria. Per fare questo è stato contattato immediatamente l’istituto di credito per informare dell’arrivo del decreto preventivo di sequestro dell’autorità giudiziaria.

La quota è stata sequestrata prima che qualcuno riuscisse a prelevare il tutto. Nei giorni scorsi gli oltre 25mila euro sono tornati indietro attraverso decreto di dissequestro dell’Autorità Giudiziaria.






Questo è un articolo pubblicato il 29-10-2021 alle 15:34 sul giornale del 30 ottobre 2021 - 641 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, fabriano, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/crfF





logoEV
logoEV
qrcode