Sinergia con il territorio, infrastrutture, avvio dell’industria della canapa i punti forti del 2021 per la Confartigianato

4' di lettura 08/01/2022 - “L’anno 2021 sarà ricordato sicuramente come l’anno della campagna vaccinale. Un anno di crescita e di recupero di competitività dopo la crisi dell’anno precedente”. Così il responsabile del mandamento di Fabriano di Confartigianato Federico Castagna, che abbiamo incontrato.

“Fondamentale – continua - lavorare in sinergia per il territorio e creare le condizioni necessarie affinché le imprese possano lavorare. La crescita dei contagi, l’aumento dei costi delle materie prime e gli effetti dei rincari energetici rischiano di raffreddare la ripresa. Tale trend rischia di mettere in difficoltà proprio una parte delle stesse aziende interessate alla ripresa, a cominciare dalle PMI e dalle attività artigianali ci sono anche dei segnali importanti, da cui partire per poter avviare seriamente un percorso di trasformazione di un tessuto socio-economico del Territorio di Fabriano”.

“A livello di artigianato artistico - ci risponde - è con piacere che Confartigianato segnala la nascita della prima bottega artigianale della Carta finalmente a Fabriano ad opera del maestro cartaio di Fabriano Sandro Tiberi, appassionato e raffinato professionista nell’arte della fabbricazione della carta a mano. L’intuizione di aprire la Bottega Artigiana della Carta, per trasmettere le molteplici possibilità creative della carta a professionisti e appassionati, con corsi, workshop e residenze artistiche. Così, a fianco di classiche carte pregiate per cerimonie, aziende, corrispondenze, il restauro e l’incisione, ecco l’elegante biglietto da visita a cui basta avvicinare lo smartphone per essere direttamente indirizzati al proprio sito internet. O stampe con all’interno un Qr Code che dà voce alle immagini o, ancora, fili di silicone e giochi di filigrana con cui disegna lampade e oggetti di design”.

“La Confartigianato – tiene a sottolineare - lavorando in maniera sinergica con il Comune di Fabriano e le Associazioni di categoria CNA e Confcommercio ha contribuito in maniera determinante alla pubblicazione del bando da parte dell’Amministrazione da 400.000 Euro per quelle imprese di Fabriano che hanno pagato gli effetti della pandemia da Covid-19 con evidenti cali di fatturato. Sostegno economico a fondo perduto, una tantum, a favore delle imprese che operano nei settori dell’artigianato, del commercio, dei servizi alla persona, della ristorazione e attività ricettive, che abbiano avuto limitazioni all’attività e contrazioni in termini di fatturato andando oltre il criterio dei codici ateco. Inoltre, c’è stato anche un contributo per le attività che hanno aperto nei primi mesi del 2020 e che non possono confrontare la perdita con l’anno precedente”.

“A livello infrastrutturale – chiarisce il responsabile del mandamento di Fabriano - Confartigianato accoglie positivamente l’inaugurazione della prima tratta della Pedemontana Fabriano-Muccia che collega la SS76 Perugia-Ancona con la SS77 Civitanova-Foligno. Un'opera tanto attesa dalle comunità dell'entroterra, strategica, che consentirà di migliorare i rapporti tra le valli e rendere più competitivo il territorio, ma anche di liberare i centri abitati dal traffico pesante, spostando all'esterno i camion ed il transito di passaggio. Ovviamente in tema di viabilità aspetti da risolvere nella maniera più veloce possibile, prima di tutto il completamento della SS76 fermo restando la criticità nel viadotto Mariani, dopo che sono stati rinvenuti fusti contenenti cromo esavalente, i cui tempi di messa a norma sono ancora da definire ed in secondo luogo la riapertura della Strada Provinciale Berbentina, prevista solo entro la prossima primavera”.

Un segnale importante lo individua “dall’avvio dell’azienda manifatturiera di trasformazione della Canapa per la produzione di semilavorati industriali, con l’obbiettivo di creare indotto e posti di lavoro per il territorio. I settori di riferimento dell’azienda riguardano il settore della plastica, della bioedilizia e della carta e del tessile. A tutti gli effetti possiamo parlare di economia circolare e di filiera industriale corta in quanto c’è il chiaro obbiettivo di coinvolgere anche imprenditori agricoli locali in quanto la coltivazione della canapa può rappresentare dunque una valida alternativa ed integrazione alle colture tradizionali nel concetto di agro-industria”.

Un altro indizio fondamentale “di Confartigianato e territorio l’inaugurazione della nuova sede a Sassoferrato in via Roma. Grazie al potenziamento dei nostri uffici mettiamo a disposizione moltissime opportunità per i nostri imprenditori, tra cui il sostegno in materia fiscale e tributaria, amministrazione del personale e lavoro, consulenza per l’accesso al credito e bandi, ambiente e sicurezza, energia e gas, consulenza assicurativa, pratiche Caaf e Patronato e molto altro ancora, per un’assistenza completa e di alto livello. Per noi – conclude Federico Castagna - è fondamentale garantire una presenza forte nelle aree interne, Vogliamo rimanere accanto a tutte le imprese e alle persone di questa area che hanno bisogno di noi, con una presenza ancora più strutturata e adeguata alle esigenze di questi tempi complessi”






Questo è un articolo pubblicato il 08-01-2022 alle 12:02 sul giornale del 10 gennaio 2022 - 485 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cD3z





logoEV
logoEV