Basket: Fabriano che non ti aspetti, battuta Cantù 74-73

3' di lettura 17/04/2022 - Clamoroso al Palabaldinelli di Osimo, dove la Janus Ristopro Fabriano supera l’Acqua San Bernardo Cantù nell’incontro valevole per il primo turno della fase a orologio del campionato di Serie A2 Old Wild West.

L’avvio è di marca fabrianese, con la difesa che lavora bene e costringe l’attacco canturino a faticare per trovare la via del canestro, mentre in casa Janus i punti a referto li mettono Hollis (7 pti alla fine della prima frazione) e una tripla di Tommasini da 8 metri e alla prima pausa siamo sul 16-13 per i locali.

Nel secondo quarto c’è la Ristopro che non ti aspetti: Hollis continua il suo ottimo lavoro offensivo ben sostenuto dal pacchetto degli italiani Santiangeli-Marulli e il giovane Alessio Re, di
provenienza Janus Basket Academy. La Janus scappa fino al +10 del 16’ (38-28). La reazione brianzola arriva per mano di Bucarelli e Nikolic ma i biancoblu sono avanti al 20’ sul punteggio di 40-33.

Al rientro dagli spogliatoi Fabriano continua a condurre il match trovando canestri con gli USA, Smith e Hollis. Dall’altra parte, l’Acqua San Bernardo ha il merito di restare aggrappata al match e di avvicinarsi ai fabrianesi per merito delle scorribande offensive di Stefanelli e Bayehe che rimettono il match in equilibrio sul 53-52 dell’ultima sirena.

Nell’ultimo periodo Fabriano sembra aver finito la benzina e Cantù mette il naso avanti al 34’ con i liberi di NIkolic (60-61). Da questo momento in avanti, il match diventa vietato ai deboli di cuore.
Smith, Hollis e Tommasini confezionano un parziale che consente alla Janus di tornare in vantaggio sul +4 (71-67) quando mancano solo due minuti alla fine dell’incontro. Negli ultimi
centoventi secondi si va spesso in lunetta; tra le fila canturine c’è molta precisione con Bucarelli, Cusin e Bryant che fanno 2/2. In casa Fabriano in lunetta ci va Smith quando mancano solo 7 secondi: il californiano fa 1/2, ma Cantù non è rapida a sovvertire l’azione da difensiva a offensiva e Nikolic si vede costretto a prendere un tiro frettoloso che si spegne sul ferro e che sancisce la vittoria della Janus per 74-73.

Coach CIarpella: “Oggi è stata una prestazione di livello: abbiamo combattuto e messo fisicità vicino a canestro. Siamo stati bravi a chiudere l’area. Questa vittoria ci premia nonostante la retrocessione, abbiamo fatto bene e che questa vittoria sia di buon auspicio per le prossime tre gare. Se avessimo giocato sempre così, magari oggi avremmo avuto un epilogo diverso.”

Ristopro Fabriano - Acqua S.Bernardo Cantù 74-73 (16-13, 24-20, 13-19, 21-21)
Ristopro Fabriano: Damian Hollis 24 (9/10, 1/5), Arik Smith 15 (4/8, 2/5), Marco Santiangeli 9 (1/7, 1/7), Claudio Tommasini 8 (0/3, 2/6), Roberto Marulli 8 (2/4, 1/6), Ferdinando Matrone 5 (2/2, 0/0), Alessio Re 5 (2/2, 0/0), Gianmarco Gulini 0 (0/0, 0/0), Gianluca Tibs 0 (0/0, 0/0), Marco Caloia 0 (0/0, 0/0), Daniel Onesta 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 13 / 14 - Rimbalzi: 36 11 + 25 (Damian Hollis 10) - Assist: 8 (Arik Smith 3)

Acqua S.Bernardo Cantù: Lorenzo Bucarelli 17 (5/10, 0/4), Francesco Stefanelli 17 (3/6, 2/5),
Jordan Bayehe 11 (4/7, 0/1), Stefan Nikolic 10 (4/7, 0/2), Marco Cusin 8 (2/3, 0/0), Zack Bryant 6
(3/9, 0/2), Matteo Da ros 2 (1/4, 0/2), Gabriele Tarallo 2 (1/1, 0/0), Guglielmo Borsani 0 (0/0, 0/0),
Ilia Boev 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 21 / 25 - Rimbalzi: 32 8 + 24 (Stefan Nikolic 8) - Assist: 6 (Zack Bryant 3)








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-04-2022 alle 10:20 sul giornale del 19 aprile 2022 - 189 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, fabriano, janus basket, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c185