Il 2021 dell'industria italiana del gioco d’azzardo

3' di lettura 28/04/2022 - Con la chiusura dell’anno è giusto tirare alcune conclusioni su ciò che è successo nel settore del gioco d’azzardo online e no, per capire la direzione che questa industria sta prendendo e come sta affrontando i periodi di crisi internazionali che da ormai due anni stanno affliggendo ogni settore economico e della vita quotidiana.

Abbiamo raccolto alcuni dati per ricapitolare le vittorie e le sconfitte del settore e capire quali sono le previsioni per questo 2022 appena iniziato.

Legalità al primo posto

Nel 2021 è continuata la lotta al gioco d’azzardo illegale che include anche scommesse non regolamentate e difficoltà nel difendere le persone a rischio dipendenza. Si sono consolidati i punti di riferimento che aiutano i giocatori a selezionare il sito di casinò online migliore e legale che possa portare il più grande divertimento.

Siti come CasinoItaliani raccolgono recensioni approfondite e dettagli su tutti i casinò online legali e i siti di scommesse italiani. Approfitta dei bonus qui, per trovare il sito di gioco online che possa dare il maggior numero di vantaggi a ogni tipologia di giocatore.

Infatti, esistono bonus sulle slot machine sotto forma di giri gratis, oppure cashback sulle vincite non effettuate, o bonus da spendere a blackjack o sulla roulette. Ogni aspetto del casinò online è coperto e le condizioni per trasformare i bonus in soldi veri sono spesso molto vantaggiose.

L'influenza del Covid sulle abitudini

I numeri legati al gioco d’azzardo sono cambiati considerevolmente dallo scoppio della pandemia nel febbraio 2020. Questa emergenza sembra ancora non avere fine con la risalita dell’allerta e l’avvicinamento della zona arancione nelle Marche e sta portando ad un cambiamento definitivo di abitudini e usi, per reimpostare la vita quotidiana di molti italiani. Infatti, l’1.1% dei non giocatori d’azzardo hanno iniziato a puntare su giochi o sport nel corso del 2020 e 2021.

Inoltre, la quantità di tempo libero a disposizione degli italiani ha portato ad un aumento del tempo trascorso su app e siti di gioco: da 4,5 ore al mese a 5,1 ore. Questi cambiamenti possono apparire minuscoli in apparenza, ma creano una grande differenza all’interno del settore, che lavora per avvicinare sempre più persone in maniera sicura al divertimento del gioco d’azzardo.

L’estensione delle licenze

Secondo la legge del bilancio e le decisioni dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, molte licenze dei provider di servizi legati al gioco d’azzardo online dovevano scadere a fine 2021. Vista l’attuale emergenza sanitaria e la necessità di avere una continuità nel settore, l’accordo era quello di prolungare la validità delle licenze per un altro anno.

Nonostante questo, però l’ADM ha confermato la scadenza delle licenze a dicembre 2021, creando panico e confusione sia negli appassionati che negli addetti ai lavori. Interviene allora il TAR del Lazio, a conferma del fatto che la scadenza delle licenze a dicembre 2021 fosse da riconsiderare. Grazie a questa vittoria si può continuare ad usufruire per quest’anno dei migliori servizi di gioco online in maniera totalmente legale e sicura. La problematica è rimandata al dicembre 2022.






Questo è un articolo pubblicato il 29-04-2022 alle 07:10 sul giornale del 28 aprile 2022 - 11 letture

In questo articolo si parla di economia, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c4xt


logoEV
logoEV