statistiche sito

Gal “Colli Esini San Vicino”: 19 progetti ammessi a finanziamento per due milioni di euro con investimenti di realizzo per due milioni e mezzo

4' di lettura 20/11/2022 - Sono state due sedute particolarmente fruttuose per i Comuni del territorio del GAL “Colli Esini San Vicino” quelle che il Consiglio di Amministrazione ha tenuto il 28 ottobre e il 14 novembre scorsi.

“Complessivamente” è il presidente del GAL “Colli Esini San Vicino” a darne conto “sono stati dichiarati ammissibili a finanziamento 19 progetti, presentati su 3 diversi bandi da ben 16 Comuni, per un contributo complessivo di € 1.953.443 che consentiranno di realizzare investimenti per € 2.573.000”.
Procediamo con ordine.
Sul Bando della Misura 19.2.7.2A, che consente interventi di riqualificazione urbana di Centri e nuclei storici, il Comune di Apiro avrà un contributo di € 136.957 per la riqualificazione della piazza in località Frontale; il Comune di Staffolo avrà € 41.295 per la riqualificazione di Piazza IV novembre e il restauro del Monumento ai Caduti; il Comune di Morro d’Alba avrà € 140.000 per il restauro del Camminamento de La Scarpa; il Comune di Belvedere Ostrense avrà € 139.734 per la riqualificazione dell’area pedonale di Largo Tosi a ridosso delle mura castellane; Castelleone di Suasa avrà € 72.327 per riqualificare la Piazzetta dell’Androne e il restauro delle mura castellane; Cerreto d’Esi avrà € 52.733 per la riqualificazione di un vuoto urbano nel Centro storico lungo Via Berta; Castelplanio con € 66.489 valorizzerà una parte del Centro storico (Corso Umberto, Via Carducci, Via Marconi, Piazza Mazzini); Cupramontana avrà € 117.922 per la riqualificazione urbanistica del Borgo di Poggio Cupro; infine il Comune di Sassoferrato interverrà con un contributo di € 74.783 nel Borgo di Monterosso.
“Questo bando – sottolinea Maderloni - . Sarà ripubblicato con una dotazione di € 83.270 a cui potranno accedere però solo i Comuni del GAL che sono stati inseriti nel cosiddetto “cratere sismico”: Fabriano, Cerreto d’Esi, Matelica, Cingoli, Poggio San Vicino ed Apiro”.

Veniamo ora all’altro bando della Misura 19.2.7.4, che consente la attivazione di servizi quali mercati locali e piccole infrastrutture culturali e sociali, il Comune di Belvedere Ostrense ha ottenuto un contributo di € 157.221 per la riqualificazione del Centro di Aggregazione Sociale in Piazza San Pietro mentre i Comuni di Montecarotto, Monte Roberto e Maiolati Spontini, rispettivamente con contributi di € 38.234, € 36.112 ed € 36.000 provvederanno all’acquisto di nuove attrezzature per rendere sempre più accoglienti ed efficienti i
rispettivi Teatri comunali.
“Considerato che – è l’ulteriore specifica del presidente GAL “Colli Esini San Vicino” - . Dell’altra alcuni Comuni hanno visto i loro progetti non ammessi a finanziamento per questioni meramente tecnico- amministrative, questo bando sarà pubblicato di nuovo e a breve con una ulteriore dotazione finanziaria di € 415.430”.

Infine, sul Bando della Misura 19.2.7.6.A che finanzia il restauro e il recupero funzionale di Beni culturali per la attivazione di servizi socio-culturali e punti di informazione turistica, il Comune di Cupramontana potrà avvalersi di un contributo di € 115.286 per intervenire sulla Biblioteca comunale sita nell’ex Convento di San Lorenzo; ad Apiro il Comune interverrà con € 78.665 per riqualificare un edificio da adibire a museo e punto di informazione turistica in loc. Frontale; a Mergo, con € 26.098 si rinnoveranno arredi e attrezzature
della Biblioteca comunale che verrà portata in una nuova sede, presso l’ex edificio scolastico del Capoluogo; a Cingoli, con € 146.613 si procederà alla riqualificazione e valorizzazione dell’Archivio storico; a Ostra, con € 239.024 si interverrà per il recupero funzionale della Casa della Musica luogo idoneo a ospitare altre attività culturali; infine a Filottrano, il Comune potrà avvalersi di € 237.944 per restaurare l’ex edificio scolastico da adibire a Museo della Moda oltre che punto di informazione turistica.
Sottolinea ancora il presidente Maderloni: “Insomma, si parla molto della importanza di valorizzare i Borghi delle Marche e di migliorare la dotazione e la qualità dei servizi locali sia per renderli sempre più attrattivi dal punto di vista turistico che per migliorarne la qualità della vita per i residenti attuali e futuri; ecco dunque una azione molto concreta del GAL “Colli Esini San Vicino” (ma anche degli altri 5 Gal delle Marche), a sostegno dell’iniziativa dei Sindaci e delle Amministrazioni locali con risorse che sono certamente “poche”
ma con cui si può fare “molto. Da questo punto di vista – conclude -. E auspicabile un ripensamento virtuoso da parte della Amministrazione Regionale affinchè non solo non si taglino ai GAL, e a questi territori “interni”, montani ed alto-medio collinari, le risorse del nuovo Programma di Sviluppo Rurale 2023- 2027 (si parla di appena 24,1 mln a fronte dei 53 mln destinati nella precedente Programmazione 2014- 2020) ma anzi si garantiscano loro risorse adeguate che possono “essere messe a terra”, come si dice oggi,
ossia assegnate e spese per trasformarsi in opere concrete ed utili, con più speditezza e immediatezza”.






Questo è un articolo pubblicato il 20-11-2022 alle 10:26 sul giornale del 21 novembre 2022 - 38 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dDNl