statistiche sito

Tiziana Foschi a Sassoferrato

2' di lettura 07/03/2023 - Al Teatro del Sentino l’appuntamento, sabato 11 marzo alle ore 21,00, è con un recital all’insegna della risata: Faccia un’altra faccia. Protagonista centrale dello spettacolo un volto noto del panorama artistico nazionale: Tiziana Foschi.

L’artista romana ci mette la… faccia, la sua, tosta e schietta come sempre, per rappresentare quelle di vari personaggi, spesso singolari, talvolta buffi oppure strani, che ha incontrato nel percorso della sua carriera e della sua vita, dagli inizi con il famoso quartetto “Premiata Ditta” fino ad oggi. Attrice dalla straripante vis comica, ma anche versatile e intensa - basti pensare alla magistrale interpretazione drammatica esibita in Pesce d’Aprile accanto a Cesare Bocci - la Foschi torna al Teatro del Sentino con la “complicità” in scena di una solida spalla, quella di Antonio Pisu, attore, regista e sceneggiatore di grande talento e sensibilità artistica.

I testi della rappresentazione sono firmati dalla Foschi, da Pisu e da Francesca Zanni, mentre è lo stesso Pisu a curarne la regia. Faccia un’altra faccia è uno spettacolo divertente e coinvolgente dove, in sala, lo spettatore può riconoscere persone della propria quotidianità o del proprio vissuto. E’ la stessa Foschi a spiegare il senso di questo suo lavoro teatrale: «Persone, tipologie umane che ho visto passare (ma anche restare) in molti anni di questo mestiere. Facce che in scena si amplificano, diventano grottesche pur di strappare una risata, e in platea ognuno riconosce il vicino di casa, il giornalaio, il collega d’ufficio, la suocera, ma mai se stesso. È l’antico gioco della parodia: trasformare persone in personaggi e situazioni quotidiane in ciò che vale la pena di raccontare.

Del resto le storie di uomini e di donne sono sempre state il bersaglio della mia curiosità e il trasformismo l’abito ideale alla mia timidezza. Le mie facce sono proiezioni di realismo, sono facce contemporanee, che raccontano l’attualità, ma anche facce di sogno cinico e garbato. Sono i tanti connotati che ho. “La faccia è l’unica zona del corpo che mostriamo nuda”. A volte è inclusiva e accogliente, altre è scostante, inadeguata. Questo spettacolo cerca di scatenare una risata, stimolare un pensiero, suscitare un ricordo…cerca una nuova faccia da mostrare». In sostanza, novanta minuti di puro e sano divertimento, ma anche di “amarcord”, attraverso una serie di “scenette”, che si succedono dopo rapidissimi e godibili trasformismi dettati dalla “costruzione” del personaggio di volta in volta da rappresentare in scena, che evidenziano le capacità gestuali, la vena comica e la straordinaria mimica della Foschi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-03-2023 alle 11:54 sul giornale del 08 marzo 2023 - 144 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, sassoferrato, Comune di Sassoferrato, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/dV0Q





logoEV
logoEV
qrcode