statistiche sito

Serata speciale del Rotary dedicata alle orchidee

3' di lettura 30/03/2023 - Orchidee: varietà, cure, terreno, temperature, luce, come si tengono in casa e all’aperto, come non farle morire e farle rifiorire… in buona sostanza una lectio magistralis su questa meravigliosa pianta monocotiledone condotta da un giovane quanto preparato "orchidiologo" come Federico Scopa, tesoriere Rotary Club Altavallesina Grotte Frasassi, bancario di professione in Banca Intesa San Paolo.

Quest’ultimo, in una conviviale tenuta presso il ristorante “Il Marchese del Grillo”, esperto e al tempo stesso appassionato culture di questa essenza ricercatissima dalla quale si può ricavare una preziosa farina e come nella medicina popolare sostanze curative, ha intrattenuto i soci del Club presieduto da Ugo Pesciarelli, in una serata primaverile e profumata nel corso della quale ha anche effettuato esperimenti che hanno destato vivo interesse in tutti i partecipanti.

“Foglie affusolate, un frutto rotondo, un bocciolo e il fiore. Un fiore? No, una meraviglia! Una meraviglia dorata, setosa, il cui profumo inebria al punto da togliere il respiro”. Versi, tratti da “Il cacciatore di orchidee” premessa o forse meglio dire compendio per una conviviale nel corso della quale il presidente Pesciarelli, oltre ad avere distribuito il libro di Piero Frasconi “Il Labbro per Tamburo” il cui ricavato delle vendita verrà devoluto in beneficenza, ha presentato le prossime attività del Sodalizio: dal ritorno di un importante momento come la riedizione del Campus sino alla 30esima Edizione del Premio “Mannucci”.

“Alla famiglia delle orchidee – ha davvero ben documentato Federico Scopa - che comprende più di 30.000 specie, 800 generi terrestri ed epifiti, migliaia di ibridi, una varietà pressoché infinita di colori, di profumi che tolgono il fiato, di forme elaborate e intriganti. Sensuali e misteriose come i luoghi della loro provenienza, per gran parte dell’Ottocento il vecchio continente e soprattutto l’Inghilterra, vennero travolti da un’ammirazione incontenibile per quelle esotiche considerate come irresistibili oggetti del desiderio, arrivate da ogni parte dei nuovi mondi, generando entusiasmo sfrenato di gran lunga superiore a quello suscitato un paio di secoli prima dalla tulipano-mania. Le orchidee tropicali sembravano fatte apposta per rispondere alla mania esotica dell’Inghilterra Vittoriana, fiori sensuali, strani, spettacolari, grandi come mai se n’erano visti in precedenza oppure minuscoli come preziose miniature, accesero l’immaginario della società più opulenta dell’epoca con le inedite fragranze dei fiori esotici, estasiavano le nobildonne che nelle occasioni mondane, non esitavano ad esibire le rarità appena giunte dalle colonie. Ad eccitare la fantasia si aggiungevano le radici delle specie epifite, che invece di nascondersi nella profondità della terra pendevano sospese nell’aria come per incanto Baccelli come quelli della Vaniglia usata dagli Aztechi per profumare una bevanda di cacao, venne portata in Europa dai conquistadores spagnoli in Europa”.

Tanti altri passaggi storici, citazioni scientifiche e un esperimento fatto in diretta da Federico Scopa hanno animato questo incontro, concluso così dal relatore: “Abbiamo, anche se inconsapevolmente, ripercorso la storia delle scoperte geografiche e dell’ingegneria, accennato alla teoria dell’evoluzione, utilizzato le regole della fisica con esperimenti empirici, riscoperto l'importanza della conservazione e del rispetto dell’ambiente e affrontato problematiche ancora irrisolte, il tutto rispettando teorie di economia e marketing”.

Agli inizi del XIX secolo I francesi decisero di coltivarla a La Réunion, un tempo chiamata isola Bourbon e poi quelle bacche, frutto dell’impollinazione del fiore dell’orchidea, piene di una misteriosa polvere impalpabile. Solo in seguito si scoprì che si trattava di una miriade di minuscoli semi che per molto tempo non si riuscì a far germinare.


   

da Daniele Gattucci
 







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-03-2023 alle 12:25 sul giornale del 31 marzo 2023 - 204 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/d1dP





logoEV
logoEV
qrcode