statistiche sito

Tajani a Fabriano: "Il governo vuole combattere l'immigrazione clandestina"

2' di lettura 01/04/2023 - “Siete chiamate a guardare al futuro con speranza e la cosa più importante è che recuperiate la serenità che vi è stata sottratta con la forza da aguzzini”.

È quanto ha detto il Vice Presidente del Consiglio e Ministro degli Esteri, Antonio Tajani, incontrando le ragazze vittime di tratta della struttura marchigiana dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII denominata “Casa Tra Le Nuvole di Papa Francesco”. “Il governo italiano - ha ribadito - vuole combattere l’immigrazione clandestina e, con questo, arginare il traffico di esseri umani, ovvero la schiavitù più estesa in questo secolo. Papa Francesco è più volte intervenuto su quella che lui stesso ha definito una ferita nel corpo dell’umanità intera”.

Rivolgendosi alle giovani, Tajani ha detto: “Voi avete una precisa responsabilità, quella di aiutare altre donne che come voi hanno sofferto e continuano a soffrire, a causa di maltrattamenti e di vessazioni. È fondamentale che voi recuperiate la dignità affinché ciò che avete patito si trasformi in fatto positivo. Non più vittime, ma persone che salvano altri. Dalla vostra testimonianza dipende la vita di tante persone”.

Per Don Aldo Buonaiuto, sacerdote antitratta dell’Associazione fondata da don Oreste Benzi e responsabile della Casa rifugio, “in tanti sono convinti di avere il diritto di mettere sulla strada ragazze che possono soddisfare i desideri sessuali di uomini senza scrupoli. Grazie a Don Oreste, questo orribile circuito che punta sul reclutamento di chi soffre ed è costretto a lasciare il proprio paese per necessità proprie o dei propri familiari, è stato interrotto. Il mio più grande desiderio? Compiere lo stesso gesto che nel 2016 fece Papa Francesco in occasione della visita alla nostra comunità: vedere i governanti dei paesi di provenienza di queste ragazze chiedere perdono e battersi contro ogni iniziativa volta alla legalizzazione o alla regolamentazione della prostituzione. E per impedire che tale iniziativa prenda corpo, sarà importante vigilare costantemente”.

Al termine dell’incontro sono state conferite diverse onorificenze di In Terris (testata digitale) presso la Collegiata di San Nicolò di Fabriano. L’iniziativa editoriale nata nel 2014 grazie allo stesso Don Aldo Buonaiuto coinvolge tanti giovani, professionisti e non, che hanno scelto di comunicare e creare un dibattito diverso promuovendo i valori cristiani. Tajani è stato premiato per il suo strenuo impegno a favore della pace. Sono stati premiati anche il Prefetto Vittorio Rizzi vice capo della Polizia di Stato, l’Associazione Generation Aid 2 medici di strada italiani che operano in Libano, e la ricercatrice marchigiana di Fabriano la dott.ssa Sabina Vennarini dell’Istituto Ricerca Tumori di Milano. Infine il Rettore dell’Università di Ancona ha consegnato il Sigillo dell’Università a don Aldo Buonaiuto per il suo grande impegno a favore degli ultimi.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.
Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente al giornale desiderato nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "Notizie on".
Per Telegram cliccare il canale desiderato e iscriversi.

Giornale Whatsapp Telegram
Vivere Fabriano 376.0081705 @VivereFabriano
Vivere Camerino 340.8701339 @VivereCamerino
Vivere Macerata 328.6037088 @VivereMacerata

   

da Diocesi di Fabriano-Matelica







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-04-2023 alle 21:01 sul giornale del 03 aprile 2023 - 408 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/d1F8





logoEV
logoEV
qrcode