statistiche sito

Primo memorial Petrucci a Fabriano, trionfano De Angelis e Cuccù

3' di lettura 23/05/2023 - Si torna in pista a Fabriano con il primo Memorial Sandro Petrucci. L’edizione inaugurale del meeting è dedicata allo storico presidente dell’Atletica Fabriano, scomparso all’inizio di quest’anno, e valida come prima giornata dei campionati regionali assoluti di società verso le finali nazionali nel mese di giugno.

Tra le gare principali, quella del salto triplo che assegna ai vincitori un riconoscimento speciale per onorare la specialità prediletta dal dirigente fabrianese. Premiato al maschile Valerio De Angelis (Asa Ascoli Piceno) che conquista il successo con 14.88 (+0.6) davanti al fratello e compagno di club Mattia De Angelis, non ancora diciottenne, autore del personale di 14.67 mentre la sangiorgese Francesca Cuccù (Team Atl. Marche) con 11.54 (+0.3) si aggiudica la prova femminile.

Alla cerimonia, con il simbolico lancio di palloncini biancorossi in cielo, presente la sindaca Daniela Ghergo insieme a Giorgio Tiberi, presidente dell’Atletica Fabriano, a Simone Rocchetti, presidente del Comitato regionale FIDAL Marche, e alla famiglia con Daniela, moglie di Sandro Petrucci, e il figlio Marco. Buoni risultati arrivano dai lanci: il finanziere umbro Giovanni Faloci, in gara nei Societari per l’Atletica Avis Macerata, fa atterrare il disco a 55.35 e nel giavellotto Emanuele Salvucci (Atl. Avis Macerata) comincia la stagione con la misura di 65.27. In attesa del suo esordio all’aperto negli 800 metri, torna a correre il giro di pista Simone Barontini (Fiamme Azzurre). L’atleta proveniente dalla Sef Stamura Ancona, dopo aver corso in 47.00 nei 400 al coperto durante l’inverno, ferma il cronometro a 47.42 regalandosi il suo terzo tempo di sempre outdoor.

Nei 100 ostacoli Martina Cuccù (Team Atl. Marche) firma il miglior crono delle ultime quattro stagioni in 14.37 (+0.2). Sulla pedana dell’alto 1.73 per Laura Giannelli (Asa Ascoli Piceno) ma anche per l’altra junior Ambra Compagnucci (Atl. Avis Macerata), classe 2005, che aggiunge tre centimetri al record personale. A imporsi nei 100 metri è Matteo Spuri (Atl. Fano Techfem) in 10.65 (+0.3) nei confronti di Fabio Angelo Yebarth (Sport Atl. Fermo, 10.75), Mattia Rinaldi (Atl. Fano Techfem, 10.90) e l’allievo Francesco Pagliarini (Atl. Fano Techfem) sceso a 10.93. Tra le donne Benedetta Boriani (Sef Stamura Ancona) vince in 12.36 (+0.2).

Nella 4x100 maschile primeggia la staffetta dell’Atletica Fano Techfem composta da Leonardo Monacelli, Matteo Spuri, Mattia Rinaldi e Francesco Pagliarini con il tempo di 41.52 seguita dalla Sport Atletica Fermo in 41.76. La squadra della Team Atletica Marche formata da Alessandra Rivellini, Martina Cuccù, Greta Luchetti e Valentina Natalucci si prende invece la 4x100 femminile in 48.26. Sui 400 prevale Virginia Bancolini (Sef Stamura Ancona, 58.11) e nei 1500 metri Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata, 4:43.89) supera la junior Eva Luna Falcioni (Sef Stamura Ancona, 4:44.15). Continua la sfida negli 80 cadette tra le velociste Michela Pierantoni (Atletica Fabriano), che stavolta riesce a vincere con il tempo di 9.94 (+0.6), e Caroline Escobar (Sport Atletica Fermo), seconda in 10.06.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-05-2023 alle 18:06 sul giornale del 24 maggio 2023 - 300 letture

In questo articolo si parla di sport, atletica, fidal marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/d0vS





qrcode